Dermatologia (Servizio)

Qual è l’attività del Servizio di Dermatologia?

Il Servizio di Dermatologia di Humanitas Castelli Bergamo si occupa della diagnosi, cura e prevenzione delle problematiche che riguardano la cute e gli annessi cutanei, cioè unghie e capelli.

Tra le patologie connesse alla cute ci sono:

  • dermatite atopica, o eczema costituzionale, forma di dermatite correlata a un’iperattività cutanea
  • dermatite da contatto, tipica di molte attività lavorative che comportano un continuo contatto con sostanze varie come quelle di parrucchiere, barbiere, falegname e ciabattino
  • dermatite seborroica, la cui più tipica manifestazione è la forfora
  • psoriasi, che si manifesta con chiazze rosse ricoperte da squame bianco argentee che si localizzano soprattutto sul cuoio capelluto, sui gomiti e sulle ginocchia
  • lichen
  • eczemi
  • verruche, che possono formarsi anche per predisposizione famigliare o a causa di basse difese immunitarie
  • molluschi contagiosi, virus facilmente trasmissibili che appartengono alla famiglia dell’HPV virus che sono molto frequenti nei bambini in età prescolare e scolare e nei soggetti con dermatite atopica
  • reazioni allergiche ai tatuaggi
  • melanomi
  • cheratosi attiniche
  • discheratosi
  • epiteliomi basocellulari, tumori a basso grado di malignità
  • epiteliomi spinocellulari, che si sviluppano intorno alla bocca, sul labbro e sui distretti nobili come la zona dell’occhio o nella zona del naso.

Il Servizio di Dermatologia si occupa anche della diagnosi e della cura delle patologie che riguardano i cosiddetti annessi cutanei.

In primo luogo la caduta dei capelli, che può dipendere, nel caso degli uomini dall’alopecia androgenetica classica. Ma che può colpire anche le donne, con effetti, anche psicologici, molto impattanti, in particolare quando si incorre nella cosiddetta alopecia vera, che corrisponde alla perdita completa dei capelli a chiazze. Si tratta di condizioni che richiedono una serie di accertamenti ed esami ematochimici volti a verificare se si è in presenza di un problema organico.

Tra le patologie degli annessi cutanei ci sono inoltre quelle che riguardano le unghie, come l’unghia incarnita, che si può verificare perché c’è una predisposizione oppure perché l’unghia è stata tagliata in modo non corretto e per questo tende a incurvarsi. In questo caso si interviene con un’emionicectomia, cioè con l’asportazione di un pezzo di unghia, cui fa seguito la fenolizzazione della matrice, intervento volto ad evitare che l’unghia cresca di nuovo incurvata.

 

Quali sono le attività diagnostiche del Servizio di Dermatologia?

Le attività diagnostiche del Servizio Dermatologia prevedono:

  • visita clinico-dermatologica
  • visita con dermatoscopio e conseguente mappatura nei, che riguarda, oltre alla pelle, le mucose, la congiuntiva e il cavo orale
  • visite per le malattie sessualmente trasmesse, prime fra tutti i condilomi, che sono piuttosto frequenti nei giovani, soprattutto quando non hanno rapporti protetti, e che soprattutto nelle donne non devono essere trascurati perché possono provocare il carcinoma alla cervice uterina.

 

Quali sono i trattamenti prestati nell’ambito del Servizio di Dermatologia?

Dopo la visita dermatologica, lo specialista prescrive terapie sistemiche e topiche.

I nei e i tumori cutanei in genere vengono trattati chirurgicamente in associazione a esame istologico, la biopsia cutanea che si esegue quando c’è un dubbio diagnostico su una patologia dermatologica

I trattamenti chirurgici che vengono effettuati in ambito del Servizio di Dermatologia, sono:

  • crioterapia, che prevede il congelamento della lesione
  • diatermocoagulazione, che serve per bruciare piccoli papillomi o fibromi penduli, cioè quelle escrescenze antiestetiche che si formano sul collo o nelle ascelle
  • laser terapia CO2, utilizzata per trattare patologie o inestetismi cutanei
  • terapia fotodinamica, tecnica che consente di curare i soggetti che hanno abbondanti cheratosi attiniche su viso e cuoio capelluto
  • laser per rimozione tatuaggi.

Inoltre c’è tutta la parte dermo-estetica, che prevede:

  • il trattamento delle rughe glabellari (le cosiddette rughe di espressione) e delle zampe di gallina con botulino
  • l’utilizzo dell’acido ialuronico per le labbra e come riempitivo dei solchi naso genieni
  • la biostimolazione del viso attraverso un mix di acido ialuronico, vitamine e minerali
  • il PRP (plasma ricco di piastrine), che prevede il prelievo, la centrifugazione e l’arricchimento del sangue con una sostanza che rafforza le piastrine prima di essere iniettato sotto cute, trattamento che può riguardare viso, mani e cuoio capelluto
  • il laser CO2 frazionato ablativo, che ha la capacità di stimolare le fibre collagene e il derma in profondità, determinando la produzione di collagene giovane, “nuovo”, al fine di contribuire al fotoringiovanimento. Lo stesso laser viene utilizzato negli esiti cicatrizzali superficiali dell’acne
  • la cura del cuoio capelluto può essere effettuata anche con la biostimolazione attraverso l’utilizzo di un mix di acido ialuronico, vitamine e minerali.

Per quanto riguarda l’acne esistono diverse forme cliniche e le terapie variano a seconda della gravità:

  • per i primi episodi di acne si prevede una terapia classica con antibiotico e terapie topiche
  • nel caso in cui questa non produca effetto si passa a farmaci a base di vitamina A, da assumere nei mesi autunnali e invernali perché sono farmaci fotosensibilizzanti.

La couperose viene trattata con laser vascolare, chiamato Dye laser. Le macchie cutanee (lentigo solari) che sorgono sul viso e sulle mani sono invece trattate con il laser Ndyag-q-switched.