Aloni intorno alle luci

Che cosa sono gli aloni intorno alle luci?

Gli aloni intorno agli occhi sono un problema alla vista che si caratterizza per la presenza di bagliori che vengono visualizzati attorno agli occhi – soprattutto nelle ore del giorno più buie – in presenza di fonti luminose artificiali. L’effetto si presenta sotto una forma di abbagliamento, molto simile a quello prodotto dai fari delle auto nella notte.  

Quali sono le cause degli aloni intorno alle luci?

Essi possono derivare dalla presenza di varie patologie, tra le quali vi sono: cefalea, emicrania, cataratta, glaucoma, retinoblastoma, retinopatia diabetica.  

Quali sono i rimedi contro gli aloni intorno alle luci?

Il corretto trattamento degli aloni intorno alle luci viene individuato nell’ambito di una visita oculistica. Nei casi in cui non vi sia la possibilità di intervento – come in presenza di attacchi particolarmente intensi di cefalea o emicrania – potrà essere necessario proteggere gli occhi dalla luce restando in locali non illuminati o impiegando degli occhiali scuri. Qualora siano conseguenza di cataratta, sarà necessario intervenire chirurgicamente al fine di rimuovere il cristallino difettoso. Per le altre situazioni il medico specialista applicherà delle specifiche cure, tese a evitare che la situazione peggiori sino a influire in modo negativo sulla qualità della vista.  

Aloni intorno alle luci, quando rivolgersi al proprio medico?

La presenza di questi aloni dovrà essere sottoposta all’attenzione di un oculista o di un centro specializzato qualora permanga per più di due-tre giorni senza essere collegata a condizioni ricorrenti come cefalea o emicrania.  

Area medica di riferimento per gli aloni attorno alle luci

In Humanitas Castelli Bergamo, l’area medica di riferimento per gli aloni intorno alle luci è il Centro Oculistico.  

Anelli di Kayser-Fleischer

Che cosa sono gli anelli di Kayser-Fleischer?

Gli anelli di Kayser-Fleischer – il nome deriva da quelli dei due medici che li hanno scoperti agli inizi del ‘900 – sono anelli di colore giallo-brunasto che si formano nello spazio di congiunzione tra la cornea e la sclera, la parte bianca dell’occhio. Si tratta di depositi di rame, elemento da cui deriva il colore.  

Quali sono le cause degli anelli di Kayser-Fleischer?

Gli anelli di Kayser-Fleischer si manifestano a seguito dell’insorgenza della malattia di Wilson e, più raramente, a seguito di alcuni disturbi che riguardano il fegato.  

Quali sono i rimedi contro gli anelli di Kayser-Fleischer?

Per curare gli anelli di Kayser-Fleischer è necessario individuare la patologia che ne è causa e intervenire su questa.  

Anelli di Kayser-Fleischer, quando rivolgersi al proprio medico?

Nel caso in cui gli anelli di Kayser-Fleischer siano visibili anche a occhio nudo – e non solo attraverso l’utilizzo di una lampada di fessura nel corso di una visita oculistica – è necessario comunicarlo al proprio medico curante.  

Area medica di riferimento per gli anelli di Kayser-Fleischer

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per gli anelli di Kayser-Fleischer è il Centro Oculistico.

Emianopsia

Che cos’è l’emianopsia?

L’emianopsia consiste nel dimezzamento del campo visivo dovuto a un problema generato da lesioni al chiasma ottico, la parte del sistema nervoso che incide sulla corretta visione, generato da traumi o da varie patologie. Può essere laterale o verticale, quando genera problemi che si sviluppano a destra e a sinistra, e attitudinale o orizzontale, con problemi che si sviluppano nella metà superiore o in quella inferiore.  

Quali sono le cause all’emianopsia?

L’emianopsia può essere originata da traumi o da varie patologie, tra cui ci sono: ictus, ictus cerebrale, aneurisma carotideo, tumori cerebrali e dell’ipofisi, meningite.  

Quali sono i rimedi contro l’emianopsia?

La cura dell’emianopsia dipende dalla causa che l’ha generata: occorre individuarla – nel corso di una visita oculistica – e intervenire su questa.  

Emianopsia, quando rivolgersi al proprio medico?

La presenza di emianopsia deve sempre essere comunicata al proprio medico curante o a uno specialista oculista.  

Area medica di riferimento per l’emianopsia

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per l’emianopsia è il Centro Oculistico.