Ipotensione

Che cos’è l’ipotensione?

L’ipotensione è una condizione in cui la pressione del sangue è molto bassa. Esistono varie tipologie di ipotensione:
  • ortostatica, che si manifesta quando ci si alza in piedi da seduti e che può dipendere dall’uso di alcuni farmaci come ad esempio gli antidepressivi
  • postprandiale, che si presenta dopo i pasti, quando una buona parte del sangue viene convogliata sull’apparato digerente. Può associarsi all’uso di farmaci o alla presenza di patologie legate al sistema nervoso autonomo, come ad esempio la malattia di Parkinson
  • neuromediata, che riguarda soprattutto i giovani ed è dovuta a un’alterazione dei meccanismi di comunicazione tra il cervello e il cuore.
 

Quali sono le cause dell’ipotensione?

L’ipotensione può avere varie cause, tra cui: malattie cardiache o endocrine, disidratazione, emorragie, patologie legate alla gravidanza o alla carenza di vitamina B9 o di vitamina B12. Può essere causata inoltre da varie patologie, come: embolia polmonare, infarto miocardico, insufficienza cardiaca, acidosi metabolica, occlusione intestinale, gastroenterite o anemia.  

Quali sono i rimedi contro l’ipotensione?

Quando l’ipotensione è leggera e non è collegata ad altri sintomi può non essere trattata, può bastare intervenire sul proprio stile di vita adottando un’alimentazione sana, bevendo più acqua, aumentando leggermente il consumo del sale, riducendo quello degli alcolici e utilizzando calze elastiche. In ogni caso è bene individuarne la causa e verificare che non si tratti di una patologia, nel qual caso diventa necessario intervenire su questa. In alcuni casi si dovranno ridurre le dosi assunte di uno specifico farmaco, in altri casi sarà al contrario necessario intraprendere una nuova terapia farmacologica.  

Ipotensione, quando rivolgersi al proprio medico?

In presenza di ipotensione bisogna sempre rivolgersi per un consiglio al proprio medico che, valutata la situazione, provvederà a disporre gli esami e le visite idonee a stabilire se alla base del disturbo ci sono o meno problemi di salute.  

Area medica di riferimento per l’ipotensione

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per l’ipotensione è il Servizio di Cardiologia.

Muscoli involontari

Che cosa sono i muscoli involontari?

I muscoli involontari sono chiamati anche muscoli lisci o muscoli bianchi e vengono attivati dal sistema nervoso autonomo. Sono coinvolti nei movimenti che non sono dettati da attività nervose volontarie.  

Come sono strutturati e dove sono presenti i muscoli involontari?

La struttura dei muscoli involontari è uniforme, priva delle striature tipiche dei muscoli volontari. Questi muscoli sono posizionati nelle pareti dell’apparato digerente, in quelle dei vasi sanguigni, dell’utero, della vescica e dei bronchi. Pur avendo una struttura costituita da fibre striate anche il muscolo cardiaco ha una funzionalità assimilabile a quella dei muscoli volontari.  

Qual è il funzionamento dei muscoli involontari?

I muscoli involontari sono attivati da stimoli che vengono trasmessi da alcuni mediatori specifici, come la norepinefrina e l’acetilcolina, che sono liberati dalle fibre nervose motrici appartenenti al sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Oltra a dare vita alla contrazione involontaria dei muscoli, questi mediatori chimici ne modulano anche l’attività.  

Qual è la funzione dei muscoli involontari?

I muscoli involontari svolgono la funzione di provocare un cambiamento nella forma o nel diametro interno degli organi che circondano al fine di favorire il passaggio o l’espulsione del loro contenuto, che può essere sangue, aria, alimenti digeriti, urina, ecc.

Sistema nervoso periferico

Che cos’è il sistema percorso periferico?

Il sistema nervoso periferico è la parte del sistema nervoso costituita dal sistema nervoso autonomo e dal sistema nervoso somatico. In particolare, è formato dall’insieme delle fibre nervose e dei gangli di questi due sistemi. Al contrario del sistema nervoso centrale non è protetto da alcun osso per cui è più esposto a pericoli legati a traumi o a esposizioni a sostanze tossiche.  

Com’è strutturato il sistema percorso periferico?

Il sistema nervoso periferico è composto da:
  • sistema nervoso autonomo, che svolge funzione di controllo dei muscoli lisci degli organi interni e delle ghiandole. È per questo responsabile delle funzioni dell’organismo spontanee e riflesse, come il battito cardiaco e il respiro
  • sistema nervoso somatico, che ha la funzione di controllare i movimenti volontari e raccoglie informazioni dagli organi di senso oltre a essere responsabile dei movimenti involontari.
 

Qual è la funzione del sistema percorso periferico?

La principale funzione del sistema nervoso periferico è quella di creare e mantenere un collegamento tra il sistema nervoso centrale e gli arti e i vari organi e tessuti dell’organismo.

Sistema nervoso somatico

Che cos’è il sistema nervoso somatico?

Il sistema nervoso periferico è composto da due parti: il sistema nervoso autonomo e il sistema nervoso somatico. Il sistema nervoso somatico è quello che ha la funzione di traportare dal sistema nervoso centrale all’intero corpo, e viceversa, le informazioni che riguardano nello specifico il movimento e l’espressione dei sensi, cioè dei contatti che il corpo ha con l’ambiente esterno (“soma”, in greco significa “corpo”).  

Com’è strutturato il sistema nervoso somatico?

Il sistema nervoso somatico è formato da due tipi differenti di fibre:
  • le fibre nervose periferiche, che portano al sistema nervoso centrale le informazioni che provengono dalla pelle e dagli organi di senso
  • le fibre nervose motorie che, partendo dal sistema nervoso centrale portano ai muscoli scheletrici le informazioni relative al movimento.
In questo sistema nervoso si distinguono due tipi di neuroni:
  • neuroni sensitivi (o afferenti), che trasportano al sistema nervoso centrale le informazioni raccolte dai nervi periferici
  • motoneuroni (o efferenti), che trasportano alle fibre muscolari le informazioni prodotte a livello di cervello o di midollo spinale.
 

Qual è la funzione del sistema nervoso somatico?

Il sistema nervoso somatico è la parte del sistema nervoso che si occupa dei movimenti involontari, quelli che hanno luogo senza che vi sia un comando dal cervello ma sono provocati dal fatto che una via nervosa si connette al midollo spinale (come ad esempio quando si ritrae la mano quando si trova vicina a una fonte di calore intenso).