Banana

La banana è il frutto della Musa sapientum, pianta che è originaria della Malesia e che oggi viene coltivata in molte aree tropicali e subtropicali della terra. In particolare, le maggiori coltivazioni di banani sono oggi presenti in Messico, Brasile, Ecuador e Costa Rica.  

Quali sono le proprietà nutrizionali della banana?

100 grammi di banana offrono un apporto di circa 65 calorie, suddivise in questo modo: 89% carboidrati, 7% proteine e 4% lipidi. Nella stessa quantità sono presenti: In questo frutto sono inoltre presenti fitosteroli come il sitosterolo, il campesterolo e lo stigmasterolo.  

Quando non bisogna mangiare banane?

Bisogna evitare di mangiare banane quando si assumono farmaci ACE inibitori, farmaci ossazolidinoni e farmaci diuretici.  

Quali sono i possibili benefici della banana?

La banana contiene minerali, vitamine, fibre, fitosteroli è ha un basso indice glicemico. Per questo ha effetti positivi sul sistema cardiovascolare, sulla digestione ed è ideale per l’alimentazione di chi pratica sport faticosi e per i quali sono richiesti sforzi intensi e prolungati.  

Quali sono le controindicazioni della banana?

Bisogna evitare il consumo di banane quando si soffre di allergie al lattice perché nella polpa di questo frutto sono presenti chitanasi, che sono molecole associate alla “sindrome lattice-frutta”.  

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.  

Papaya

La papaya è il frutto della pianta Carica papaya, appartenente alla famiglia delle Caricaceae e originaria dell’America Centrale. Viene coltivata soprattutto in Messico, USA e Porto Rico.  

Quali sono le proprietà nutrizionali della papaya?

100 grammi di papaya offrono un apporto di circa 28 calorie, suddivise in questo modo: 91% carboidrati, 6% proteine e 3% lipidi. Nella stessa quantità sono presenti: Quando è matura, la papaya è una buona fonte di flavonoidi. Quando è immatura è invece ricca di papaina, un enzima proteolitico.  

Quando non bisogna mangiare papaya?

Il consumo di papaya può contrastare con l’assunzione di farmaci anticoagulanti, come ad esempio il Warfarin.  

Quali sono i possibili benefici della papaya?

Gli antiossidanti presenti nella papaya aiutano a proteggere la salute cardiovascolare e a contrastare il rischio di sviluppo di cancro al colon. Possono inoltre agevolare il buon funzionamento del sistema immunitario e proteggere la pelle dalla degenerazione maculare. Le fibre proteggono le cellule dall’attacco dei radicali liberi; la papaina produce un ottimo effetto antinfiammatorio ed è utilizzata per trattare allergie e traumi; il licopene sembra invece essere in grado di aiutare a prevenire il cancro alla prostata.  

Quali sono le controindicazioni della papaya?

La presenza di chitinasi nella papaya associano a questo frutto la sindrome lattice-frutta che consiste in allergia sia al lattice, sia ad alcuni tipi di frutta.  

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.