Vitamina B1 (tiamina)

Che cos’è la vitamina B1 (tiamina)?

Conosciuta anche col nome di tiamina, la vitamina B1 fa parte delle vitamine cosiddette idrosolubili, quelle che non possono essere accumulate nell’organismo, ma devono invece essere regolarmente assunte attraverso l’alimentazione.

 

A che cosa serve la vitamina B1 (tiamina)?

La vitamina B1 (tiamina) contribuisce allo svolgimento dell’importante processo di conversione del glucosio in energia.

Al pari della vitamina B2, svolge l’importante funzione di sintetizzare i processi energetici dell’organismo, rilasciando a quest’ultimo l’energia necessaria per svolgere le attività quotidiane.

 

In quali alimenti è presente la vitamina B1 (tiamina)?

La vitamina B1 è diffusa negli alimenti sia vegetali sia animali. In particolare si trova all’interno dei cereali, dei legumi, delle uova, del lievito e della carne di maiale.

 

Qual è il fabbisogno giornaliero di vitamina B1 (tiamina)?

Il fabbisogno di vitamina B1 varia a seconda del sesso – 1,2 mg al giorno per gli uomini e 0,9 mg per le donne – e può essere soddisfatto seguendo un’ordinaria dieta alimentare.

 

Carenza di vitamina B1 (tiamina)

La carenza di vitamina B1 provoca danni al sistema nervoso e cardiovascolare e uno stato generale di deperimento e calo di peso causato da una crescente difficoltà a ingerire cibo accompagnata da una forte salivazione e vomito.

La sua carenza può altresì provocare alterazioni cardiache, dei disturbi neurologici, la dilatazione della pupilla e un’ipersensibilità alla colonna vertebrale.

Nella loro fase estrema, le lesioni vascolari e del sistema nervoso determinate dalla carenza di questa vitamina possono condurre al semi-coma e in seguito alla morte.

 

Eccesso di vitamina B1 (tiamina)

Non si registrano problemi dovuti a un eccesso di assunzione di vitamina B1, perché le dosi eccedenti vengono eliminate dal nostro organismo, in tempi molto rapidi, per via urinaria.

 

Perché la vitamina B1 (tiamina) è anche chiamata “vitamina del morale”?

La vitamina B1 (tiamina) è chiamata “vitamina del morale” per la sua capacità di condizionare in positivo l’attitudine mentale delle persone. La sua carenza provoca deperimento, tanto quanto la sua giusta presenza provoca capacità di attenzione e anche di apprendimento a livello individuale. Per questo motivo è considerata una vitamina fondamentale nel periodo di crescita dei bambini.