Escoriazione della cornea

La cornea è una struttura delicata e fondamentale dell’occhio, è la membrana trasparente situata nella parte anteriore del globo oculare, davanti alla pupilla. L’escoriazione della cornea consiste in un’abrasione, con conseguente perdita di tessuto, che può coinvolgere strati più o meno profondi della cornea. Solitamente l’escoriazione della cornea ha cause traumatiche: rottura delle lenti a contatto, un corpo estraneo che finisce nell’occhio, un urto intenso, la ferita provocata da un’unghia.  

Quali sono i sintomi associati all’escoriazione della cornea?

L’escoriazione della cornea può manifestarsi con dolore all’occhio, sensazione di corpo estraneo, lacrimazione, arrossamento. Ci possono essere anche problemi di vista e fotofobia, cioè fastidio provato in presenza della luce.  

Che cosa fare in caso di escoriazione della cornea?

In caso di sospetta escoriazione della cornea bisogna recarsi in tempi brevi al pronto soccorso o, quando possibile, direttamente da un oculista.  

Cosa non fare in caso di escoriazione della cornea?

In presenza di un’escoriazione alla cornea bisogna evitare di strofinare l’occhio e non bisogna cercare di rimuovere da soli i corpi estranei.  

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in caso di attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.

Starnuti

Che cosa sono gli starnuti?

Gli starnuti sono emissioni improvvise e involontarie di aria, tramite naso e bocca, che sono causate dalla stimolazione e dall’irritazione delle terminazioni nervose della mucosa nasale.  

A quali altri sintomi si possono accompagnare gli starnuti?

Di solito gli starnuti si accompagnano a molti altri sintomi, che sono in linea di massima quelli propri degli stati influenzali o delle allergie respiratorie: mal di testa, febbre, tosse, naso chiuso, lacrimazione, spossatezza.  

Quali sono le cause degli starnuti?

Tra le patologie che possono provocare gli starnuti, ci sono: influenza, raffreddore, allergie respiratorie, rinite e sinusite. Gli starnuti possono essere anche determinati da stati emotivi particolarmente intensi.  

Quali sono i rimedi contro gli starnuti?

I rimedi contro gli starnuti dipendono dalle cause che ne stanno alla base. In caso di raffreddore si può ricorrere a medicinali vasocostrittori ma solamente per pochi giorni e sotto attento monitoraggio medico. In caso di allergie respiratorie sarà possibile ricorrere ad antistaminici, sempre sotto controllo medico, o intervenendo sull’ambiente in cui si soggiorna e si dorme (ad esempio: eliminando gli allergeni, intervenendo sulla polvere in eccesso e umidificando l’ambiente che si occupa). Qualora lo starnuto si associ a tosse, si potrà ricorrere a specifici sciroppi. Se invece si accompagna a mal di testa potranno essere assunti degli analgesici, sempre sotto indicazione del proprio medico.  

Starnuti, quando rivolgersi al proprio medico?

Gli starnuti possono richiedere una visita dal proprio medico curante nel caso in cui si accompagnino (o si sia a rischio) di una delle patologie che possono essere associabili a questo sintomo.