Prosegue da parte di Humanitas Castelli e Humanitas Gavazzeni la convocazione per la vaccinazione anti-Covid dei pazienti in cura in queste strutture sanitarie segnalati dai clinici degli ospedali perché considerati estremamente vulnerabili.

Si tratta di persone che per danno d’organo preesistente o che in ragione di una compromissione alla risposta immunitaria da SARS-CoV-2 hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di COVID-19.

La vaccinazione dei pazienti convocati viene eseguita nel Centro Vaccinale Territoriale di Dalmine – Centro Sportivo Universitario (CUS),

In caso di esigenze o necessità differenti, i pazienti fragili possono comunque prenotare il proprio vaccino anche tramite il sito di Regione Lombardia o chiamando il numero verde 800 894545.

 

Le aree di patologia considerate a rischio

Per Humanitas Castelli e Humanitas Gavazzeni le aree di patologia considerate a rischio sono le seguenti:

  • malattie cardiocircolatorie: scompenso cardiaco in classe avanzato (IVNYHA); pazienti post shock cardiogeno
  • diabete/altre endocrinopatie severe (quale morbo di Addison): soggetti over 18 con diabete giovanile, diabeti di tipo 2 e che necessitano di almeno 2 farmaci ipoglicemizzanti orali o che hanno sviluppato una vasculopatia periferica con indice di Fontaine maggiore o uguale a 3
  • insufficienza renale/patologia renale: pazienti sottoposti a dialisi
  • malattia epatica: pazienti con diagnosi di cirrosi epatica
  • patologia oncologica e emoglobinopatie: pazienti onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure e conviventi. Genitori di pazienti sotto i 16 anni di età. Pazienti affetti da talassemia.