In occasione della giornata mondiale dell’udito di giovedì 3 marzo 2022, per il mese di marzo si potrà effettuare gratuitamente l’esame audiometrico e un consulto con i nostri specialisti otorinolaringoiatrici.

Gli esami saranno eseguiti, a seconda delle date, presso Humanitas Medical Care di Bergamo, Almé e Trezzo sull’Adda e Humanitas Castelli di Bergamo.

Come prenotare l’esame audiometrico gratuito presso Humanitas?

Per effettuare l’esame non è necessaria la prescrizione del medico di base.

Gli esami possono essere prenotati esclusivamente in modalità online, attraverso questi link:

Martedì 1 marzo presso Humanitas Medical Care di Bergamo: clicca qui
• Mercoledì 2 marzo presso Humanitas Castelli: clicca qui
• Giovedì 3 marzo presso Humanitas Medical Care di Almè: clicca qui
• Martedì 8 marzo presso Humanitas Medical Care di Almè: clicca qui
• Giovedì 10 marzo presso Humanitas Medical Care di Bergamo: clicca qui
• Martedì 15 marzo presso Humanitas Medical Care di Trezzo sull’Adda: clicca qui

La prenotazione verrà confermata al paziente tramite un’email in cui sono indicati codice e orario in cui presentarsi per effettuare l’accettazione della prestazione. Tale email dovrà essere portata con sé il giorno del consulto e presentata in fase di accettazione.

Gli esami gratuiti saranno disponibili sino a esaurimento.
Una volta eseguito l’esame, seguirà un consulto con i nostri specialisti.

Che cos’è l’esame audiometrico?

L’esame audiometrico tonale è un esame in grado di fornire informazioni sulla capacità uditiva e consente di individuare eventuali perdite della percezione uditiva. L’esame non è invasivo né doloroso e può essere svolto sia da adulti che bambini.

Come si svolge l’esame?

L’esame si esegue all’interno di una speciale cabina insonorizzata e prevede l’utilizzo di un paio di cuffie da mettere sulle orecchie. Il tecnico audiometrista invierà alle cuffie dei suoni – partendo dai toni bassi fino ad arrivare a quelli alti – e chiederà al paziente di dare un cenno di consenso o di premere un pulsante tutte le volte che percepirà il suono: in questo modo il medico potrà determinare la soglia di minima udibilità del soggetto. Mediante la capacità del soggetto di recepire i suoni lo specialista è in grado di valutare la funzionalità dell’orecchio esterno e dell’orecchio medio.