Foro maculare

Che cos’è il foro maculare?

Il foro maculare è un difetto che riguarda la retina e in particolare l’area faveolare. Si manifesta sotto forma di un foro che riguarda tutta l’area faveolare, caratterizzata da una certa sottigliezza, dalla mancanza di vasi sanguigni e dalla mancanza del supporto che le cellule di Muller forniscono ad altre aree retiniche.

 

Quali sono le cause del foro maculare?

In genere il foro maculare non ha una causa specifica. Nei casi in cui ci sia, può essere: una degenerazione miopica, un edema maculare cistoide, una trazione vitreo-maculare, un trauma, la contrazione di una membrana epiretinica, una retinopia solare.

 

Quali sono i sintomi del foro maculare?

Il foro maculare si presenta attraverso questi sintomi: calo della vista soprattutto da vicino, comparsa nel campo visivo di una macchia scura centrale (scotoma), visione deformata delle immagini (metamorfopsie).

In alcuni casi può però non presentare alcun sintomo.

 

Come può essere individuato il foro maculare?

Il foro maculare viene individuato attraverso l’esame del fondo oculare. Per analizzarne a fondo le caratteristiche, però, l’esame non invasivo più adatto è la tomografia a coerenza ottica (OCT), esame che consente di misurare lo spessore retinico e il diametro del foro consentendo di classificare i vari stadi e valutare l’evoluzione della malattia che l’ha provocato.

Un’altra metodica diagnostica utilizzata è la microperimetria, con cui è possibile analizzare la sensibilità retinica della macula, la zona della retina cui è deputata la visione centrale.

 

Come si può curare il foro maculare?

Il foro maculare viene curato in prevalenza chirurgicamente con l’intervento della vitrectomia cui viene aggiunto il peeling di membrana epiretinica.

 

Area medica di riferimento per il foro maculare

Per maggiori informazioni sul foro maculare, vedi il Centro Oculistico di Humanitas Castelli Bergamo.