Nespola

La nespola è il frutto del’Eriobotrya japonica, pianta della famiglia delle Rosaceae originaria delle foreste pluviali della Cina sud-orientale.

Coltivata oggi in tutto il mondo, in Italia viene raccolta tra aprile e maggio. Con le sue foglie vengono preparati infusi.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali della nespola?

100 grammi di nespole offrono un apporto di circa 47 calorie. Nella stessa quantità sono presenti:

La nespola è inoltre fonte di flavonoidi.

 

Quando non bisogna mangiare nespola?

Non sono note interazioni tra il consumo di nespole e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.

 

Quali sono i possibili benefici della nespola?

Nelle nespole sono presenti fibre, soprattutto le pectine, che possono agire da lassativo, ridurre l’assorbimento del colesterolo e favorire la protezione del colon da sostanze cancerogene.

La vitamina A aiuta a mantenere l’integrità delle mucose e della pelle e, insieme ai flavonoidi – che hanno potere antiossidante – possono aiutare a prevenire i tumori alla cavità orale e ai polmoni.

Tra i minerali, il manganese ha potere antiossidante, ferro e rame contribuiscono alla produzione dei globuli rossi e il potassio aiuta la salute cardiovascolare.

 

Quali sono le controindicazioni della nespola?

Non si conoscono controindicazioni al consumo di nespole. I semi di questo frutto non devono essere ingeriti perché contengono alcaloidi tossici in grado di scatenare sintomi come vomito e difficoltà respiratorie.

 

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.