Chirurgia refrattiva con laser a eccimeri

Che cos’è la chirurgia refrattiva con laser a eccimeri?

La chirurgia refrattiva con laser a eccimeri è la tecnica chirurgica con cui si interviene sulla superficie della cornea al fine di correggere alcuni difetti della visita come miopia, ipermetropia e astigmatismo eliminando l’esigenza di dover fare uso di occhiali i lenti a contatto.

L’uso di laser a eccimeri consente una grande precisione nella rimozione di parti microscopiche di tessuto corneale – si parla di precisione nell’ordine del millesimo di millimetro (micron) per ogni colpo emesso –, permettendo di rimodellarne la curvatura e modificarne la forma nella zona ottica, quella più importante per la messa a fuoco. In particolare, il laser sviluppa un’energia capace di produrre un’evaporazione dei tessuti della cornea senza intaccare o danneggiare quelli circostanti.

È importante sottolineare si tratta di un intervento in grado di risolvere i soli difetti di rifrazione e che non ha alcuna incidenza sulle patologie associabili al difetto di vista.

 

Come si svolge l’intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri?

L’intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri viene eseguito dopo la verifica dello stato di salute del paziente da parte del medico specializzato.

Viene eseguito a seguito di anestesia topica, applicata sotto forma di colliri direttamente sulla superficie oculare, in regime ambulatoriale.

In genere l’intervento viene eseguito su entrambi gli occhi, nel corso della stessa seduta operatoria. Solo in casi particolari il medico può decidere di tenere separati gli interventi, eseguendoli in due sedute diverse.

 

Norme di preparazione della chirurgia refrattiva con laser a eccimeri

In preparazione dell’intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri i pazienti possono mangiare e bere senza problemi ma devono presentarsi non truccati e non profumati, per evitare che i vapori alcolici – presenti in profumi o dopobarba – possano interferire con l’azione del raggio laser.

L’uso di lenti a contatto deve essere sospeso almeno quattro giorni prima dell’intervento e il paziente deve essere accompagnato, il giorno del trattamento, da una persona che lo possa ricondurre a casa, tenuto conto del fatto che la guida di autoveicoli può essere resa pericolosa dall’insofferenza alla luce e dalla lacrimazione tipiche del post-intervento.

 

Quali sono i vantaggi della chirurgia refrattiva con laser a eccimeri?

Nella maggior parte dei casi l’intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri elimina o riduce sensibilmente i difetti di vista. Spetta all’equipe dei medici interessata dal singolo caso stabilire se eseguire l’intervento, a seconda che si tratti di una situazione da cui si può attendere o meno un buon risultato.

 

Area medica di riferimento per la chirurgia refrattiva con laser a eccimeri

Per maggiori informazioni sulla chirurgia refrattiva con laser a eccimeri, vedi il Centro Oculistico di Humanitas Castelli Bergamo.

Unità operative e Ambulatori Specialistici