Anuria

Che cos’è l’anuria?

L’anuria è un’insufficiente emissione di urina da parte dell’apparato urinario, al di sotto dei 100 ml al giorno che sono considerati la quantità minima per un organismo in salute.  

Quali sono le cause dell’anuria?

Una situazione caratterizzata da anuria può derivare dall’assunzione di alcuni farmaci, da un’ischemia prolungata, dalla diminuzione del flusso di sangue nei reni o da fenomeni di necrosi. Può derivare anche da alcune patologie come insufficienza renale, shock settico o sepsi.  

Quali sono i rimedi contro l’anuria?

Pe curare l’anuria è necessario individuarne le cause e intervenire su queste. Nei casi più gravi si può dover ricorrere a emodialisi.  

Anuria, quando rivolgersi al proprio medico?

Una riduzione delle urine deve sempre essere comunicata al proprio medico perché può dipendere da un problema grave e può avere conseguenze anche gravi sulla salute dal momento che può provocare un accumulo di sostanze tossiche e liquidi nell’organismo.  

Area medica di riferimento per l’anuria

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per l’anuria è l’Unità Operativa di Urologia.

Disfunzioni vescicali

Che cosa sono le disfunzioni vescicali?

Le disfunzioni vescicali sono quelle che rendono problematici il riempimento e lo svuotamento della vescica urinaria. Questo disturbo dipende da un malfunzionamento dei muscoli collegati alla parete della vescica, di quelli del pavimento pelvico e di quelli che hanno il compito di regolare i flussi dell’urina.  

Quali sono le cause delle disfunzioni vescicali?

Le disfunzioni vescicali possono essere generate da problemi neurologici che agiscono negativamente sul funzionamento dei muscoli sopra elencati o dall’assunzione di alcuni farmaci che possono compromettere il buon funzionamento della vescica. La causa può risiedere inoltre in alcune patologie tra cui: sclerosi multipla, encefalopatie, paralisi cerebrale, epispadia, seno urogenitale, vescica neurologica.  

Quali sono i rimedi contro le disfunzioni vescicali?

Per curare le disfunzioni vescicali è necessario individuarne la causa e intervenire su questa. Le cure possono essere farmacologiche, possono consistere in iniezioni di molecole (come ad esempio la tossina botulinica) o possono richiedere, nei casi più gravi, un intervento chirurgico. In alcuni casi può essere utile intervenire con sedute di psicoterapia o con esercizi finalizzati all’allenamento della vescica.  

Disfunzioni vescicali, quando rivolgersi al proprio medico?

La presenza di disfunzioni vescicali deve sempre essere comunicata al proprio medico curante, soprattutto quando si protrae per qualche giorno.  

Aree mediche di riferimento per le disfunzioni vescicali

In Humanitas Castelli Bergamo le aree mediche di riferimento per le disfunzioni vescicali sono l’Unità Operativa di Urologia e l’Unità Operativa di Proctologia.

Oliguria

Che cos’è l’oliguria?

L’oliguria consiste in una diminuzione, rispetto al solito, della produzione d’urina. Mediamente un adulto espelle circa 500 ml di urina al giorno. Si tratta di un sintomo che può indicare la presenza di un disturbo interno di una certa gravità, che può essere pericoloso per la vita.  

Quali altri sintomi possono essere associati all’oliguria?

Nei casi più gravi l’oliguria può presentarsi in associazione con altri sintomi come vomito, diarrea, febbre alta, capogiri, vertigini e polso accelerato.  

Quali sono le cause dell’oliguria?

L’oliguria può essere causata da varie patologie, tra cui cirrosi epatica, insufficienza renale, intolleranza al lattosio, colica renale, gastroenterite virale, nefrite, peritonite e sepsi.  

Quali sono i rimedi contro l’oliguria?

L’oliguria può essere curata con un’assunzione variabile – a seconda dell’esigenza – di liquidi, stabilita dal medico.  

Oliguria, quando rivolgersi al proprio medico?

La diminuzione della produzione di urina è una condizione che deve sempre essere sottoposta all’attenzione del proprio medico  

Area medica di riferimento per l’oliguria

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per l’oliguria è l’Unità Operativa di Urologia.

Poliuria

Che cos’è la poliuria?

Con il termine poliuria si indica la sovrapproduzione di urina che è associata a un’aumentata frequenza dell’esigenza di minzioni.  

Quali altri sintomi possono essere associati alla poliuria?

A seconda della sua causa, la poliuria può essere associata ad altri sintomi come disidratazione, anemia, ipotensione posturale, bradicardia, tachicardia, cataratta, neuropatie periferiche ed emorragie all’occhio.  

Quali sono le cause della poliuria?

La poliuria può avere cause di natura patologiche o psicologiche. Può essere originata anche dall’assunzione di alcuni farmaci. Tra le patologie che possono provocare poliuria ci sono: diabete, ipertiroidismo, iperparatiroidismo, ipertrofia prostatica benigna, prostatite o cancro alla prostata.  

Quali sono i rimedi contro la poliuria?

In presenza di poliuria bisogna anzitutto reintegrare i liquidi o gli elettroliti nell’organismo. La vera e propria cura può però essere individuata solo dopo avere stabilito quale sia la sua causa di origine.  

Poliuria, quando rivolgersi al proprio medico?

La poliuria deve essere sottoposta al proprio medico quando la produzione quotidiana di urina è superiore ai 3 litri.  

Area medica di riferimento per la poliuria

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per la poliuria è l’Unità Operativa di Urologia.

Sangue nelle urine (ematuria)

Che cos’è il sangue nelle urine?

La presenza di sangue nelle urine, conosciuta anche col nome scientifico di ematuria, è una situazione che si può verificare per problemi di diversa origine riguardanti le vie urinarie o i reni. La presenza di sangue nelle urine è talvolta visibile a occhio nudo; altre volte invece, per visualizzarla, è necessario utilizzare un microscopio.  

Quali sono le cause del sangue nelle urine?

Il sangue nelle urine può avere molteplici cause, che vanno da traumi subiti all’assunzione di alcuni medicinali, dallo svolgimento di un’eccessiva attività fisica ad alcune patologie, tra le quali si possono ricomprendere: tumore ai testicoli, tumore al rene, tumore alla prostata, tumore alla vescica, uretrite, calcoli renali, cistite, colica renale, gonorrea, insufficienza renale, ipertrofia prostatica benigna, lupus erimatoso sistemico, nefrite, orchite.  

Quali sono i rimedi contro il sangue nelle urine?

Allo scopo di curare la presenza di sangue nelle urine è necessario individuare il problema che corrisponde alla sua causa e intervenire su di esso. In linea di massima, potrà essere sufficiente una cura antibiotica qualora si sia in presenza di un’infezione o a base di medicinali specifici qualora invece la causa sia un ingrossamento della prostata. In caso di calcoli nei reni o nella vescica sarà infine necessario un trattamento specifico teso a eliminarli.  

Sangue nelle urine, quando rivolgersi al proprio medico?

In presenza di sangue nelle urine è sempre consigliabile rivolgersi alle cure del proprio medico.  

Area medica di riferimento per il sangue nelle urine

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per il sangue nelle urine è l’Unità Operativa di Urologia.