Corpo estraneo nell’orecchio

Che cosa s’intende con corpo estraneo nell’orecchio?

La presenza di un corpo estraneo nell’orecchio è una situazione tipica dei bambini che, senza avere percezione della gravità di quanto stanno facendo, si infilano piccoli oggetti o piccole parti di giochi o giocattoli nelle orecchie. È una condizione che può però riguardare anche gli adulti: la situazione tipica è quella di un insetto che si infila nell’orecchio.  

Che cosa bisogna fare in caso di corpo estraneo nell’orecchio?

In molti casi il sistema più semplice per espellere un corpo estraneo nell’orecchio è quello di piegare la testa sul lato dell’orecchio interessato. Nel caso in cui questa azione non sia sufficiente si consiglia di recarsi al più vicino pronto soccorso o, nei casi più gravi, chiamare i soccorsi.  

Che cosa non fare in caso di corpo estraneo nell’orecchio?

In caso di corpo estraneo nell’orecchio è importante evitare di rimuoverlo usando le dita o altri strumenti. Con questa azione si corre infatti il rischio di peggiorare la situazione spingendo il corpo ancor più all’interno dell’orecchio e rischiando di ledere qualche struttura auricolare.  

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in caso di attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.

Otoscopio

Che cos’è e a che cosa serve l’otoscopio?

L’otoscopio è uno strumento ottico utilizzato in ambito diagnostico piuttosto comune, dalla forma che ricorda un piccolo martello; permette di visualizzare la parte più interna dell’orecchio, fino al timpano. Adoperando l’otoscopio si può valutare la condizione di salute dell’orecchio e soprattutto del timpano, il cui esame può individuare oppure escludere possibili anomalie (come ad esempio malformazioni, presenza di corpi estranei, lesioni) o malattie relative all’orecchio, la più diffusa delle quali è l’otite.  

Come funziona l’otoscopio?

L’otoscopio è composto da due elementi: l’impugnatura e la testa. Le impugnature possono essere in plastica o in metallo; sono dotate di una sorgente luminosa che illumina il condotto uditivo e la membrana del timpano, e di una lente di ingrandimento che permette un’ispezione più dettagliata delle varie strutture. Lo specialista inserisce l’otoscopio nell’orecchio del soggetto e, aiutato dalla luce e dalla lente, effettua il controllo.  

L’otoscopio è pericoloso o doloroso?

L’otoscopia è una procedura diagnostica sicura, semplice e che non causa alcun dolore. La si può effettuare su adulti e bambini.