Tampone vaginale

Che cos’è il tampone vaginale?

Il tampone vaginale è l’esame con cui vengono raccolte e analizzate le secrezioni della vagina al fine di verificare l’origine di sintomi o disturbi di origine vaginale.

 

A che cosa serve il tampone vaginale?

Il tampone vaginale ha la funzione di diagnosticare la causa di diversi disturbi vaginali – tra cui infezioni come gardnerella, miceti e trichomonas – che, se trascurati, potrebbero portare all’insorgenza di patologie anche serie dell’apparato genitale femminile.

 

Come si svolge il tampone vaginale?

L’esame del tampone vaginale prevede la raccolta, con utilizzo di piccoli tamponi ovattati, delle secrezioni che vengono prodotte dalla vagina.

Tali secrezioni vengono strisciate immediatamente su un vetrino e poste in appositi contenitori prima di essere inviati al laboratorio analisi.

Si tratta di un esame non doloroso, che può al limite provocare un leggero disturbo.

 

Quanto tempo richiede l’esecuzione del tampone vaginale?

L’esecuzione del tampone vaginale ha una durata di pochi minuti.

 

Norme di preparazione del tampone vaginale

Prima di sottoporsi al tampone vaginale la paziente non deve, nelle 24 ore precedenti lo svolgimento dell’esame, eseguire lavande vaginali interne, né utilizzare creme vaginali.

In caso di terapia antibiotica in corso, occorre sospenderla almeno 7 giorni prima dell’esecuzione dell’esame.

 

Il tampone vaginale ha controindicazioni?

Il tampone vaginale non ha controindicazioni.

 

Area medica di riferimento per il tampone vaginale

Per maggiori informazioni sul tampone vaginale, vedi il Servizio di Ginecologia e il Centro di cura del Pavimento pelvico di Humanitas Castelli Bergamo.