Estate significa anche piscina e mare: i portatori di lenti a contatto possono stare tranquilli?

Lo chiediamo al professor Mario Romano, direttore del Centro Oculistico di Humanitas Castelli e docente di Humanitas University.

“É sconsigliato l’uso delle lenti a contatto in piscina – commenta il prof Romano – Se sono necessarie, è consigliato non far entrare in contatto l’acqua con le lenti o la loro custodia. Perché, il maggiore rischio per l’occhio ed in particolare per la cornea, è l’infezione da Acantamoeba: è rara, ma può causare la perdita della vista. Si stima che l’85% dei casi si verifichi nei portatori di lenti a contatto”.

Quali sono i sintomi?

Sensazione di corpo estraneo a livello oculare, lacrimazione, visione offuscata, sensibilità alla luce, gonfiore della palpebra superiore e dolore intenso. Se si verifica uno di questi sintomi, bisogna rimuovere le lenti a contatto e consultare immediatamente l’oculista”.

Commento tratto dall’articolo pubblicato da Eco di Bergamo nel luglio 2022 dal titolo “Fa molto caldo. Anche l’occhio ha bisogno di tanta acqua”