Coxartrosi (artrosi dell’anca)

Che cos’è la coxartrosi (artrosi dell’anca)?

La coxartrosi o artrosi all’anca è una patologia degenerativa dell’articolazione coxo-femorale responsabile di infiammazione, usura e graduali lesioni della cartilagine.

A lungo andare, la cartilagine si assottiglia progressivamente alterando l’osso sub-condrale, legamenti, tendini, dimensioni della testa del femore e della capsula acetabolare (che aumentano).

La cartilagine riveste la cavità acetabolare e la testa del femore; quando non è più in grado di supportare i capi articolari, questi ultimi sfregano tra loro compromettendo la funzionalità articolare. In fase avanzata, la patologia può portare a irrigidimento doloroso e graduale dell’articolazione, atrofia della coscia, accorciamento dell’arto inferiore, deformità accentuata e disabilità.

La condizione peggiore è data dalla coxartrosi bilaterale che coinvolge entrambe le anche.

 

Come si può curare la coxartrosi (artrosi dell’anca)?

Quando la coxartrosi è invalidante e non risponde più alla terapia conservativa, è necessario ricorrere all’intervento chirurgico per l’impianto di una protesi anca mini invasiva che va a sostituire cartilagine e osso danneggiati. Attualmente, questo tipo di protesi rappresenta l’unica soluzione definitiva all’artrosi dell’anca.

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento