Spigola o branzino

La spigola o branzino è un pesce d’acqua salata della famiglia Moronidae e del genere DIcentrarchus.

Vive nelle acque salate e salmastre dell’Oceano Atlantico, del mar Nero e del mar Mediterraneo. Nel nord Italia viene chiamato branzino, per le sue branchie molto visibili, mentre nel sud assume il nome di spigola, probabilmente per la disposizione a spiga delle sue pinne dorsali.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali della spigola o branzino?

100 grammi di spigola (o branzino) offrono un apporto di 82 calorie, suddivise in questo modo: 81% proteine, 17% lipidi e 2% carboidrati.

Nella stessa quantità sono presenti:

 

Quando non bisogna mangiare spigola o branzino?

Non sono note situazioni di interazione tra il consumo di spigola o branzino, e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.

 

Quali sono i possibili benefici della spigola o branzino?

Le carni della spigola, o branzino, sono molto magre e per questo ideali per essere inserite in diete ipocaloriche. Sono anche molto digeribili e per questo adatte a essere consumate anche durante la gravidanza. Anzi, la presenza di acido folico le rende particolarmente adatte per il consumo delle future mamme, dal momento che questa sostanza contribuisce a ridurre anche del 70% il rischio del nascituro di sviluppare malformazioni congenite.

Buona la presenza di grassi omega 3, con cui si possono tenere sotto controllo i trigliceridi e la pressione del sangue. Buone le dosi presenti di fosforo, che favorisce il mantenimento della memoria e lo sviluppo di ossa e denti, e di potassio, ideale per contrastare l’ipertensione.

Studi recenti dimostrerebbero che il consumo regolare di questo pesce aiuta a ridurre di molto la mortalità per cancro in generale e, nello specifico, lo sviluppo di tumore alla prostata.

 

Quali sono le controindicazioni della spigola o branzino?

Il consumo di spigola, o branzino, deve essere evitato da chi soffre di allergie generalizzate alla carne di pesce.

 

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.