Perdita di un dente

I traumi dentistici sono molto comuni, soprattutto nei bambini. Tra questi il più grave è la perdita di un dente e quindi il suo completo distacco, per il quale è importante intervenire tempestivamente.

Nel caso dei bambini, infatti, il dente può essere deciduo (i cosiddetti “denti da latte” e quindi temporaneo) o, nel caso più grave, permanente.

Se l’incidente coinvolge un adulto, il dente che si è staccato è ovviamente definitivo. Il dstacco può essere totale o parziale: in ogni caso deve essere la situazione deve essere valutata quanto prima dal dentista.

 

Che cosa fare in caso di perdita dei denti?

In caso di perdita di un dente, se la gengiva sanguina è consigliabile anzitutto fermare l’emorragia con un fazzoletto o una garza. Bisogna assolutamente recuperare il dente e – se possibile – immergerlo immediatamente in un bicchiere di soluzione salina e recarsi al pronto soccorso o dal dentista.

Prima si esegue un reimpianto, più le probabilità di successo dello stesso reimpianto sono elevate.

 

Che cosa non fare in caso di perdita di un dente?

In caso di perdita di un dente, non bisogna immergere il dente caduto in soluzioni o liquidi che non siano soluzione fisiologica.

 

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in caso di attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.