Stimolazione del nervo tibiale posteriore-pudendo (SANS)

Che cos’è la stimolazione del nervo tibiale posteriore?

La stimolazione del nervo tibiale posteriore, o nervo pudendo, secondo Stoller (SANS, Stoller’s Afferente Nerve Stimoulation) è un trattamento riabilitativo che consiste nella stimolazione elettrica del nervo tibiale posteriore in prossimità della caviglia.

 

A che cosa serve la stimolazione del nervo tibiale posteriore?

La stimolazione del nervo tibiale posteriore consente di determinare una stimolazione riflessa a livello detrusoriale, cioè del muscolo che avvolge la vescica, e del collo vescicale.

Il nervo pudendo contiene infatti fibre che originano dalla radice sacrale S3, dalla quale partono anche fibre che innervano la vescica urinaria

 

Come si svolge la stimolazione del nervo tibiale posteriore?

La stimolazione del nervo tibiale posteriore avviene attraverso l’inserimento per via percutanea di un sottile ago a livello del malleolo mediale della caviglia destra o sinistra, poco posteriormente rispetto al margine tibiale. Contemporaneamente sulla superficie mediale del calcagno viene posizionato un elettrodo di superficie.

Ago ed elettrodo vengono connessi a uno stimolatore elettrico di basso voltaggio con una corrente di stimolazione che può essere modificata e che viene incrementata – sempre nel rispetto del livello di soglia tollerato dal paziente – fino a quando non si nota la flessione dell’alluce o l’apertura a ventaglio di tutte le dita del piede.

Nel caso in cui non si riscontri alcuna risposta motoria l’ago viene rimosso e la procedura ripetuta.

In genere, alla risposta motoria si affianca un formicolio che si irradia alla pianta del piede. Ogni volta che questa sensazione, nel corso della seduta, si affievolisce, si provvede ad aumentare lo stimolo elettrico, così da mantenerne inalterato l’effetto.

 

Stimolazione del nervo tibiale posteriore, tempi del trattamento

Si ritiene che la stimolazione del nervo tibiale posteriore produca risultati dopo un trattamento composto da sedute protratte per circa 10-12 settimane.

 

Area medica di riferimento per la stimolazione del nervo tibiale posteriore

Per maggiori informazioni sulla stimolazione del nervo tibiale posteriore, vedi l’Unità Operativa di Proctologia e il Centro del Pavimento pelvico di Humanitas Castelli Bergamo.