Unghie grossolane e opache

Che cosa si intende con unghie grossolane e opache?

Le unghie possono improvvisamente apparire grossolane ed opache come segno o sintomo di condizioni ambientali o transitorie oppure di patologie. Le unghie appaiono meno lucide rispetto al passato oppure con strutture e forme alterate, ispessite e irregolari per via delle anomalie nella formazione degli strati della proteina (cheratina) da cui sono composte.  

Quali sono le cause delle unghie grossolane e opache?

Di solito quello delle unghie grossolane e opache è un problema associabile alla sindrome da unghie fragili, una condizione medica che si manifesta con più segni quali fessure orizzontali e verticali, sfaldamento degli strati che compongono l’unghia (onychoschizia), righe verticali (onychorrhexis), friabilità delle unghie.  

Quali malattie si possono associare a unghie grossolane e opache?

Tra le principali patologie collegabili alle unghie grossolane e opache ci sono le seguenti: lLichen planus, micosi (patologie fungine), onicomicosi, psoriasi, alopecia areata, anemia (carenza di ferro), carenza di vitamina B, dermatite, dermatite atopica, dermatofitosi, disfunzioni della tiroide, disturbi dell’alimentazione, ittiosi. Si rammenta come questo non sia un elenco esaustivo e che è sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.  

Quali sono i rimedi contro unghie e grossolane e opache?

I rimedi per le unghie grossolane e opache mutano in base alle cause del segno o del sintomo. È pertanto necessario rivolgersi al medico che indicherà gli esami e le terapie più efficaci. L’utilizzo di lozioni e pomate a base di oli vegetali naturali rendono in genere più morbide e idratate le unghie, contribuendo a favorire la guarigione. Integratori a base di biotina (vitamina H che appartiene al complesso delle vitamine B e detta anche vitamina B8) vengono prescritti dal medico al fine di favorire la resistenza delle unghie. Altri rimedi a base di zolfo o silicio organico sono ritenuti utili alla guarigione. Può essere utile indossare dei guanti prima di immergere le mani nell’acqua. Evitare altresì di tenerle troppo tempo in acqua o di applicare solventi e smalti.  

In presenza di unghie grossolane e opache quando rivolgersi al proprio medico?

Le unghie grossolane e opache non sono un’emergenza medica; tuttavia è necessario ricorrere tempestivamente alle cure del medico curante per la diagnosi dell’eventuale patologia collegata.

Vitamina B7 (inositolo)

Che cos’è la vitamina B7?

La vitamina B7, conosciuta anche con il nome di inositolo, è una sostanza in parte prodotta dal nostro organismo e in parte introdotta attraverso l’alimentazione. È una sostanza essenziale per il nostro organismo, che come tutte le vitamine del gruppo B è idrosolubile e per questo non può essere accumulata nell’organismo ma deve essere assunta con costanza e regolarità attraverso una dieta varia ed equilibrata.  

A che cosa serve la vitamina B7?

La vitamina B7 partecipa alla produzione della lecitina, la sostanza che provvede a mantenere pulite le pareti interne delle arterie, e contribuisce così a mantenere bassa la presenza di colesterolo nel sangue. L’inositolo contribuisce inoltre a contenere i depositi di grasso a livello epatico, cioè nel fegato. Proteggendo le cellule nervose, inoltre, questa sostanza aiuta a combattere lo stress e a mantenere una buona memoria.  

In quali alimenti è presente la vitamina B7?

La vitamina B7 è presente in molti alimenti, come alcuni frutti – banane, agrumi e noci –, cereali integrali, tuorlo d’uovo, lievito di birra e alcuni tipi di carne, soprattutto il fegato.  

Qual è il fabbisogno giornaliero di vitamina B7?

Il fabbisogno giornaliero di vitamina B7 equivale a circa 500mg.

Carenza di vitamina B7

La carenza di vitamina B7 è un evento piuttosto raro dal momento che è sufficiente un’alimentazione equilibrata per garantirne l’apporto medio giornaliero. Si manifesta attraverso segnali come desquamazione della pelle, acidosi o ipoglicemia.

Eccesso di vitamina B7

Anche l’eccesso di vitamina B7 è un evento piuttosto raro, dal momento che la quantità assunta in eccesso viene eliminata attraverso le urine. I sintomi in cui si presenta sono perdita dell’appetito, difficoltà di digestione, eccessiva salivazione ed eccessiva sudorazione.  

L’inositolo è davvero una vitamina?

L’inositolo, anche se viene chiamato anche vitamina B7, appartiene in realtà al gruppo delle non-vitamine B e viene considerato una sostanza “vitamino-simile”. Detto questo, bisogna sottolineare che l’azione dell’inositolo è comunque strettamente connessa a quelle della altre vitamine del gruppo B, in particolare della vitamina B9 (acido folico), della vitamina B8 (biotina) e della vitamina B5 (acido pantotenico).