Apparato riproduttivo

Che cos’è l’apparato riproduttivo?

L’apparato riproduttivo è composto dagli organi maschili e femminili coinvolti nei processi di riproduzione umana.  

Com’è strutturato l’apparato riproduttivo?

L’apparato riproduttivo maschile è composto da questi organi: L’apparato riproduttivo femminile è composto da questi organi:  

Qual è la funzione dell’apparato riproduttivo?

La funzione dell’apparato riproduttivo è quella di permettere l’incontro dello spermatozoo maschile con l’ovulo femminile, così da consentire la fecondazione di quest’ultimo e permettere la riproduzione del genere umano.

Apparato riproduttivo maschile

Che cos’è l’apparato riproduttivo maschile?

L’apparato riproduttivo maschile, insieme all’apparato riproduttivo femminile, consente la riproduzione umana.  

Com’è strutturato l’apparato riproduttivo maschile?

L’apparato riproduttivo maschile è costituito da questi organi:
  • il pene, organo riproduttivo maschile e ultimo tratto delle vie urinarie
  • la prostata, ghiandola che produce e immagazzina il liquido seminale
  • i testicoli, le ghiandole sessuali maschili che producono gli spermatozoi
  • le vescicole seminali, ghiandole che secernono la sostanza vischiosa che, insieme agli spermatozoi e ad altre sostanze, contribuisce a comporre lo sperma
  • le vie spermatiche, attraverso cui transitano gli spermatozoi provenienti dai testicoli e diretti verso l’esterno.
 

Qual è la funzione dell’apparato riproduttivo maschile?

La funzione dell’apparato riproduttivo maschile è quella di produrre gli spermatozoi, indispensabili per la riproduzione umana.

Criptorchismo

Che cos’è il criptorchismo?

Il criptorchismo è una condizione in cui un testicolo – e più raramente entrambi – non è disceso nella sua posizione definitiva all’interno dello scroto prima della nascita. Più comune nei nati prematuramente, trattarlo precocemente riduce il rischio di complicazioni come infertilità o addirittura tumore ai testicoli. Nel caso in cui il sintomo si presenti in bambini più grandi, la causa potrebbe essere la presenza di un testicolo retrattile o ascendente, cioè lo spostamento del testicolo dallo scroto all’inguine.  

Quali malattie si possono associare al criptorchismo?

Tra le patologie che si possono collegare al criptorchismo ci sono le seguenti: ittiosi, ipogonadismo maschile. Si ricorda che questo elenco non è esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.  

Quali sono i rimedi contro il criptochismo?

Nella maggior parte dei casi il criptorchismo associato a un testicolo non disceso correttamente si risolve spontaneamente nei primi mesi di vita. Altre volte può essere necessario un intervento chirurgico al fine di spostare il testicolo nello scroto. Esistono anche trattamenti ormonali che possono essere tentati al posto dell’intervento chirurgico, ma sono meno efficaci. Il testicolo retrattile o ascendende può invece essere ricollocato nello scroto a mezzo di una semplice manovra che viene effettuata durante una visita medica.  

Con criptorchismo quando rivolgersi al proprio medico?

Il problema viene solitamente diagnosticato subito dopo la nascita. Nel caso in cui il criptorchismo sia associato a un testicolo retrattile o ascendente è invece consigliabile rivolgersi al medico al momento della comparsa del problema.

Vescicole seminali

Che cosa sono le vescicole seminali?

Le vescicole seminali, alla pari della prostata e delle ghiandole bulbouretrali, sono due ghiandole che fanno parte dell’apparato riproduttivo maschile e che appartengono, nello specifico, al gruppo delle ghiandole sessuali accessorie. Le patologie che possono colpire le vescicole – come ad esempio infezioni, emospermia e, di rado, tumori – possono procurare riduzione o anche eliminazione della fertilità.  

Dove sono e come sono fatte le vescicole seminali?

Le vescicole seminali sono poste al di sopra della prostata, una per lato, e sfociano nei dotti escretori che, a loro volta, sboccano nei dotti referenti, nei quali avviene il trasporto dello sperma. Sono lunghe circa 5 centimetri e hanno una conformazione ovoidale.  

Qual è la funzione delle vescicole seminali?

Le due vescicole seminali hanno la funzione di produrre la sostanza vischiosa che compone in larga parte (per due terzi) lo sperma. Durante l’eiaculazione le vesciche si contraggono e spingononei dotti referenti la sostanza vischiosa che hanno prodotto , dove si mescolerà con gli spermatozoi provenienti dai testicoli.

Vie spermatiche

Che cosa sono le vie spermatiche?

Le vie spermatiche sono strutture dell’apparato genitale e riproduttivo maschile, la cui funzionalità è regolata dagli ormoni sessuali maschili e che hanno il compito di consentire il passaggio degli spermatozoi dai testicoli all’esterno.  

Dove sono poste e come funzionano le vie spermatiche?

Le vie spermatiche sono presenti dai testicoli dove hanno la forma di piccoli canali chiamati tubuli seminiferi retti che sono tutti intrecciati tra loro a formare la cosiddetta rete testicolare e che hanno la funzione di produrre gli spermatozoi (spermiogenesi) e di ripulirli dalle materie superflue (escrezione). Dalla rete testicolare si originano dei dotti referenti che si congiungono all’epididimo. Il corpo posto tra i dotti efferenti e il dotto deferente, il canale attraverso cui c’è il trasporto dello sperma. Il dotto deferente, a sua volta, si immette nei condotti eiaculatori che passano attraverso la prostata prima di confluire nell’uretra prostatica, che rappresenta il tratto finale delle vie spermatiche e che permette l’espulsione dello sperma al di fuori dell’organismo.  

Qual è la funzione delle vie spermatiche?

Le vie spermatiche permettono il transito degli spermatozoi a partire dai testicoli e fino ad arrivare all’esterno dell’organismo e al tempo stesso ne permettono anche la maturazione. In questi organi dell’apparato riproduttivo maschile viene inoltre modificata la composizione delle sostanze secrete al loro interno grazie a un meccanismo secretorio e assorbente al tempo stesso.