Termometro

Che cos’è e a che cosa serve il termometro?

Il termometro probabilmente è il più noto e diffuso dispositivo medico. Permette in modo facile e immediato di misurare la temperatura corporea. La sua invenzione risale al 1607 a opera di Galileo Galilei. I classici termometri a mercurio, presenti per diverso tempo in quasi tutte le case, non possono più essere prodotti né commercializzati, in seguito a una direttiva ministeriale del 2009 che li ha banditi a causa dell’estrema tossicità del mercurio. Attualmente sono reperibili in commercio termometri digitali o a infrarossi.  

Come funziona il termometro a mercurio?

Il termometro a mercurio è costituito da un sottile tubo di vetro che lascia trasparire una scala graduata, e termina da un lato con una punta arrotondata metallica. La punta viene posta a contatto con la pelle nell’area dove si è scelto di fare la misurazione, solitamente l’ascella, la bocca oppure l’ano. Il mercurio è una sostanza molto sensibile alle variazioni di temperatura, e in presenza di calore aumenta di volume dilatandosi e salendo nel tubicino: leggendo sulla scala graduata il valore in corrispondenza del punto più alto della colonnina di mercurio, si ottiene la temperatura corporea.  

Come funziona il termometro digitale?

L’utilizzo del termometro digitale non è assolutamente cambiato rispetto a quello a mercurio: come sempre lo si colloca sotto l’ascella, nel cavo orale o nel retto. Alcuni appositi sensori elettronici sensibili al calore rilevano la temperatura. Quando la lettura è terminata si attiva un segnale sonoro e la temperatura viene mostrata su un piccolo schermo. I termometri digitali sono muniti di sensori che trasmettono i dati raccolti a un microcircuito. Di solito la misurazione effettuata nell’incavo ascellare  è la più accurata. Anche la misurazione effettuata nel cavo orale è precisa, sempre che il soggetto tenga la bocca ben chiusa per tutto il tempo della misurazione. Quella rettale in genere si utilizza nel caso di neonati e di bambini al di sotto dei tre anni di età.  

Come funziona il termometro a infrarossi?

I termometri a infrarossi si collocano nell’orecchio o sulla fronte e sono in grado di mostrare su un display in qualche secondo la temperatura rilevata. Questo modello di termometro è semplice, comodo e rapido, ma occorre ricordare che la rilevazione nell’orecchio è controindicata nei bambini di meno di sei mesi.  

Il termometro è pericoloso o doloroso?

L’utilizzo del termometro è sicuro e non provoca alcun dolore.