Pane azzimo

Il pane azzimo è un tipo di pane senza lievito che viene ottenuto cuocendo in forno per 2 o 3 minuti un impasto composto da acqua e farina di grano integrale, o comunque farine raffinate. La sua preparazione prevede l’aggiunta o meno di sale.  

Quali sono le proprietà nutrizionali del pane azzimo?

100 grammi di pane azzimo offrono un apporto di circa 377 calorie. Nella stessa quantità sono presenti:
  • 4,5 g di acqua
  • 11 g di proteine
  • 0,8 g di lipidi
  • 0 mg di colesterolo
  • 87 g di carboidrati
  • 77 g di amido
  • 1,9 g di zuccheri solubili
  • 2,7 g di fibre.
 

Quando non bisogna mangiare pane azzimo?

Non si conoscono interazioni tra il consumo di pane azzimo e l’assunzione di farmaci o altre sostanze. Se però questo pane è preparato utilizzando farine integrali non dovrebbe essere consumato in concomitanza con l’assunzione di integratori di ferro perché questo potrebbe influire in modo negativo sull’assorbimento, da parte dell’organismo, degli integratori.  

Quali sono i possibili benefici del pane azzimo?

Il pane azzimo è considerato altamente energetico grazie alla grande quantità di carboidrati che fornisce. In questo pane c’è assenza di colesterolo e per questo è adatto alle persone che soffrono di problemi cardiovascolari. Se preparato con farine integrali ha molte fibre ed è indicato per chi soffre di stitichezza.  

Quali sono le controindicazioni del pane azzimo?

Non sono note controindicazioni al consumo di pane azzimo. I soggetti diabetici devono però consumarne quantità non elevate per mantenere una dieta idonea alla propria condizione di salute. Per lo più, il pane azzimo viene preparato con farine provenienti da cereali che contengono glutine, per cui le persone che soffrono di celiachia o di intolleranza al glutine devono evitarne il consumo.  

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

Xantomi

Che cosa sono gli xantomi?

Gli xantomi sono accumuli di grasso che hanno dimensioni variabili e che si depositano sotto la superficie della pelle e si manifestano con piccole vesciche contraddistinte da un colore tra il giallo e l’arancione. Si formano in particolare nelle aree delle mani, dei gomiti, delle ginocchia, dei piedi, dei glutei e dei tendini. Si sviluppano soprattutto nella terza età e nelle situazioni caratterizzate da livelli alti di lipidi nel sangue.  

Quali sono le cause degli xantomi?

Gli xantomi sono causati dall’aumento del livello di lipidi nel sangue che, a sua volta, può dipendere da patologie come la cirrosi biliare primitiva, il diabete, l’ipotiroidismo, la cistifellea e la pancreatite.  

Quali sono i rimedi contro gli xantomi?

Per curare gli xantomi è necessario individuare la loro causa e intervenire su questa. Possono essere rimossi chirurgicamente ma hanno la tendenza a riformarsi. Per questo all’intervento chirurgico è necessario affiancare una cura tesa a contenere quanto più possibile la presenza dei lipidi nel sangue.  

Xantomi, quando rivolgersi al proprio medico?

La presenza di xantomi deve sempre essere comunicata al proprio medico curante perché possono essere il segnale della presenza di una delle patologie collegabili a questo disturbo (vedi elenco sopra).  

Area medica di riferimento per gli xantomi

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per gli xantomi è l’Ambulatorio di Dermatologia.