Atrofia testicolare

Che cos’è l’atrofia testicolare?

L’atrofia testicolare è una condizione in cui le dimensioni dei testicoli diminuiscono e può essere associata a diverse cause (come – ad esempio – problemi ormonali, assunzione di farmaci o malattie come il varicocele).  

Quali malattie si possono associare all’atrofia testicolare?

Tra le patologie associabili all’atrofia testicolare ci sono: orchite, parotite, sifilide, tumore ai testicoli, varicocele, AIDS, gonorrea, ipogonadismo maschile.  

Quali sono i rimedi contro l’atrofia testicolare?

Per far fronte all’atrofia testicolare è necessario identificare le cause che ne stanno alla base e trattarle in modo opportuno. I rimedi possono essere molto diversi fra loro, variando dal trattamento farmacologico per finire a quello chirurgico.  

Con atrofia testicolare quando rivolgersi al proprio medico?

È sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico nel caso in cui si noti una riduzione improvvisa o significativa della dimensione dei testicoli.

Immunodeficienza

Che cos’è l’immunodeficienza?

Si ha immunodeficienza quando il sistema immunitario registra una ridotta efficienza che ha come conseguenza una maggiore esposizione dell’organismo alle infezioni. Si parla di immunodeficienza primitiva quando è dovuta a un difetto genetico e di immunodeficienza secondaria quando è causata da infezioni virali – è il caso ad esempio dell’immunodeficienza che ha come responsabile il virus HIV e che è nota come AIDS – o batteriche. Può essere causata anche da terapie immunosoppressive, come nel caso, ad esempio, delle cure che riguardano i tumori. In particolare, le immunodeficienze primitive possono riguardare sia l’immunità innata sia quella adattativa e possono essere suddivise in otto distinte categorie:
  • immunodeficienze combinate T e B cellulari
  • sindromi ben-definite con immunodeficienza
  • immunodeficienze prevalentemente anticorpali
  • malattie da disregolazione immune (linfoistiocitosi emofagocitiche familiari e sindromi autoimmuni linfoproliferative, immunodeficienze con ipopigmentazione);
  • difetti congeniti dei fagociti (numero, funzione o entrambi)
  • difetti dell’immunità innata
  • malattie autoinfiammatorie
  • difetti del complemento.