Ricotta salata

La ricotta salata è un derivato del latte che viene ottenuto lavorando il siero, appunto di latte di vacca, bufala, capra o pecora. Non è un formaggio, ma un derivato che viene lavorato a temperature elevate, pressato e salato a secco prima di essere sottoposto a una breve stagionatura della durata non inferiore comunque ai 7 giorni. Il siero viene acidificato con l’aggiunta di acido lattico e acido citrico (in passato erano utilizzati limoni e aceto). È un latticino tipico del sud Italia, la cui lavorazione è stata inizialmente pensata per aumentare il tempo di conservazione della ricotta classica.  

Quali sono le proprietà nutrizionali della ricotta salata?

100 grammi di ricotta salata offrono un apporto di circa 280 calorie suddivise in questo modo: 73% lipidi, 18% proteine e 9% carboidrati. Nella stessa quantità sono presenti:
  • 23 grammi di lipidi, fra cui 15 grammi di acidi grassi saturi
  • 18 grammi di proteine
  • 2 grammi di carboidrati, fra cui 2 grammi di zuccheri
  • 3,1 grammi di sale
  • 1,2 grammi di sodio.
 

Quando non bisogna mangiare ricotta salata?

Come per tutti i latticini in genere anche il consumo di ricotta salata può interferire con l’assunzione di tetraciclina o di ciprofloxacina. In caso di dubbi è consigliabile rivolgersi al proprio medico.  

Quali sono i possibili benefici della ricotta salata?

La ricotta salata contiene proteine di qualità elevata che possono essere introdotte nelle diete a rotazione con altre fonti di proteine come la carne e il pesce.  

Quali sono le controindicazioni della ricotta salata?

Per la preparazione della ricotta salata può essere utilizzata, insieme al latte, la panna e in quel caso l’apporto calorico aumenta in modo sensibile per cui non può più essere considerata un latticino magro. L’apporto calorico tende ad aumentare ulteriormente quando a essere utilizzato è il latte di bufala. Attenzione al sodio, presente in grande quantità: bisogna prestare attenzione a non superare la dose di questo minerale raccomandata, che è di 2 grammi al giorno.  

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.