Cistoscopia

Che cos’è la cistoscopia?

La cistoscopia è l’esame strumentale che permette di visualizzare le pareti interne di uretra e vescica.

 

A che cosa serve la cistoscopia?

La cistoscopia consente di individuare la presenza di eventuali anomalie presenti nell’uretra e nella vescica e permette di prelevare porzioni di tessuto di questi due organi perché possano essere analizzati in laboratorio a scopo diagnostico o, anche, terapeutico.

 

Come si svolge la cistoscopia?

Per eseguire la cistoscopia il medico inserisce in modo delicato il cistoscopio – uno strumento sottile e flessibile dotato di una telecamera e di una fonte luminosa – nella vescica attraverso l’uretra.

Il cistoscopio utilizzato per la sola diagnostica è più sottile di quello con cui vengono eseguite varie azioni chirurgiche come la rimozione di calcoli, biopsie della vescica, escissioni laser o resezioni di tumori.

 

Quanto tempo dura la cistoscopia?

La cistoscopia eseguita a fine diagnostico ha una durata di pochi minuti.

 

Norme di preparazione della cistoscopia

Per evitare il rischio di infezioni urinarie, prima dell’esecuzione della cistoscopia possono essere somministrati antibiotici.

Eventuali cure in corso a base di anticoagulanti e/o di antiaggreganti piastrinici devono essere sospese o sostituite con altre cure, in base a quanto disposto dal medico

 

La cistoscopia ha controindicazioni?

La cistoscopia è un esame controindicato per chi soffre di ipersensibilità al lattice o alla lidocaina oltre che di infezione acuta.

La sua esecuzione può provocare un temporaneo ingrossamento della prostata o un restringimento uretrale.

 

Area medica di riferimento per la cistoscopia

Per maggiori informazioni sulla cistoscopia, vedi l’Unità Operativa di Urologia di Humanitas Castelli Bergamo.