Nei giorni che vanno dal 13 al 18 luglio, torna anche in Humanitas Castelli l’Open Week dedicata alle donne organizzata da Fondazione Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna.

L’edizione 2020 avrebbe dovuto svolgersi lo scorso 22 aprile, come tradizione in occasione della Giornata nazionale della salute della donna, ma a causa dell’emergenza per Covid-19 è stata posticipata a luglio.

La settimana dedicata alla salute della donna ha un preciso obiettivo: promuovere i servizi per la prevenzione e la cura delle principali malattie femminili con una corretta informazione.

 

Visite e consulti gratuiti

Nel corso della terza settimana di luglio, quindi, negli ospedali e nelle realtà sanitarie premiate con il Bollino Rosa che hanno deciso di aderire all’iniziativa – tra questi Humanitas Castelli, Humanitas Gavazzeni e Humanitas Medical Care di Trezzo sull’Adda – saranno offerti gratuitamente visite, consulenze, incontri, materiali informativi e molte altre attività nell’ambito di diverse aree specialistiche.

Per quanto riguarda Humanitas Castelli e Gavazzeni di Bergamo e Humanitas Medical Care di Trezzo sull’Adda, le visite e i consulti specialistici riguarderanno: cardiologia, chirurgia vascolare, nutrizione clinica e dietetica, dermatologia, endocrinologia, ginecologia, ortopedia della mano, podologia e senologia.

«È un’occasione importante per tutte le donne – sottolinea Francesca Merzagora, presidente di Fondazione Onda – per confermare e rilanciare oggi più che mai il tema della prevenzione. Il Covid-19 ha allungato le liste d’attesa negli ospedali, mentre alcuni esami e visite rischiano tuttora di saltare».

Secondo quanto calcolato dal Crems, il Centro di ricerca di economia e management in Sanità dell’Università Carlo Cattaneo di Castellanza (Va), in questi mesi di emergenza sono saltati 12,5 milioni di esami diagnostici, 20,4 milioni di analisi del sangue, 13,9 visite specialistiche e oltre 1 milione di ricoveri.

«È proprio in questo contesto – conclude la dottoressa Merzagora – che, in attesa di provvedimenti mirati, un terzo delle strutture del circuito Bollini Rosa ha deciso di aderire a questa iniziativa dopo avere fronteggiato l’emergenza. In questa fase, in cui prevale la speranza di tornare presto alla normalità, l’adesione del nostro network è sicuramente un segnale positivo di attenzione verso i cittadini e di voglia di ricominciare più forti di prima».

 

Come prenotare le visite gratuite

Per quanto riguarda Humanitas Castelli e Humanitas Gavazzeni a Bergamo e Humanitas Medical Care a Trezzo sull’Adda la prenotazione delle visite e dei consulti gratuiti (fino a esarimento posti) è obbligatoria e può essere effettuata dal 29 giugno dalle ore 9 alle 17 al numero telefonico 035 4204688.

Sempre a partire da lunedì 29 giugno sul sito www.bollinirosa.it sono disponibili tutte le informazioni sui servizi offerti, con le indicazioni precise su date, orari e modalità di prenotazione.

 

Attenzione: per questa edizione 2020 le prenotazioni di visite gratuite sono esaurite.