Sicurezza, qualità e nuova tecnologia: queste le parole chiave che guidano i lavori estivi in programma in Humanitas Castelli che comporteranno la chiusura delle sale operatorie e dei reparti tra la fine di luglio e l’inizio di settembre.

L’ospedale resterà comunque attivo per quanto riguarda visite, prelievi e diagnostica fino al 14 agosto, per fermarsi solo nelle settimane centrali del mese e riprendere l’attività il 30 agosto.

Si tratta di lavori finalizzati all’innalzamento degli standard di qualità dell’ospedale e all’adeguamento periodico dalle normative di sicurezza.

Gli interventi strutturali, condensati nel minor tempo possibile per impattare al minimo sui percorsi di cura dei pazienti, riguarderanno sale operatorie e alcune zone dei reparti. Ad esempio, un intervento particolarmente rilevante riguarderà l’installazione di una nuova centrale di sterilizzazione con macchinari tecnologicamente avanzati per il lavaggio e la sterilizzazione dei ferri chirurgici. Un’ulteriore attenzione verso la prevenzione delle infezioni ospedaliere. Nell’occasione verrà rivista completamente anche l’illuminazione di tutto il blocco operatorio.

Per consentire lo svolgimento di questi lavori che richiedono l’interruzione dei sistemi di ventilazione interna oltre che dell’utilizzo dei gas medicali, l’attività chirurgica sarà interrotta il 23 luglio per poi riprendere l’8 settembre.

Sempre in questo periodo estivo verranno effettuati lavori di ammodernamento delle camere dei reparti al fine di renderle più funzionali.