Vongole

Le vongole sono molluschi bivalvi, dotati di due robuste conchiglie dalla forma ovoidale o triangolare e con un colore che va dal bianco al grigio e al marrone.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali delle vongole?

100 grammi di vongole veraci offrono un apporto di circa 72 calorie, suddivise in questo modo: 57% proteine, 31% lipidi e 12% carboidrati. Nella stessa quantità sono presenti:

 

Quando non bisogna mangiare vongole?

Non sono note interazioni tra il consumo di vongole e l’assunzione di farmaci o altre sostanze. Le persone che soffrono di epatite devono però evitare di consumarle crude, alla pari di altri molluschi come le ostriche.

 

Quali sono i possibili benefici delle vongole?

Nelle vongole veraci sono presenti molte proteine e minerali, tra cui il potassio, utile a mantenere nella norma la pressione sanguigna e il bilancio idrico e il calcio, ottimo per regolare la ritmicità del cuore e l’eccitabilità neuromuscolare.

 

Quali sono le controindicazioni delle vongole?

Le vongole hanno un elevato contenuto di sodio e colesterolo, per cui devono essere consumate con moderazione.

Essendo muscoli filtratori, non bisogna inoltre dimenticare che possono essere veicolo di microrganismi patogeni dannosi per l’uomo come quelli in grado di provocare epatite A, salmonellosi, colera e tifo. A questo proposito il consiglio è di acquistarle esclusivamente in luoghi che siano in grado di certificarne e garantirne la provenienza. E di non consumarle crude.

La presenza di colesterolo e sodio fa sì che questo alimento sia sconsigliato o comunque debba essere consumato con attenzione da chi soffre di pressione o colesterolo alto.

 

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.