Riso soffiato

Il riso soffiato lo si ottiene attraverso il trattamento dei chicchi di Oryza sativa, che vengono sottoposti a temperature di 300-400°C e pressioni elevate per provocare una sorte di esplosione dell’acqua contenuta in loro e una conseguente loro espansione.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali del riso soffiato?

100 grammi di riso soffiato offrono un apporto di circa 353 calorie, ripartite in questo modo: 90% carboidrati, 7% proteine e 3% lipidi. Nella stessa quantità sono presenti:

  • 5,6 g di acqua
  • 6 g di proteine
  • 1 g di lipidi
  • 85 g di carboidrati disponibili
  • 69,2 g di amido
  • 9 g di zuccheri solubili
  • 1 g di fibra
  • potassio
  • magnesio
  • zinco
  • selenio.

 

Quando non bisogna mangiare riso soffiato?

Non sono note interazioni tra il consumo di riso soffiato e l’assunzione di farmaci o di altre sostanze.

 

Quali sono i possibili benefici del riso soffiato?

Il riso è privo di glutine e per questo è adatto al consumo anche di chi soffre di celiachia o di intolleranza al glutine.

Tra i minerali presenti: il potassio è alleato della salute cardiovascolare; magnesio, selenio e zinco hanno una spiccata funzione antiossidante.

Tra gli aspetti positivi ci sono anche la bassa presenza di sodio e il ridotto contenuto calorico, che lo rende un alimento adatto a chi vorrebbe perdere peso.

 

Quali sono le controindicazioni del riso soffiato?

Non si conoscono controindicazioni al consumo di riso soffiato.

 

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.