Rigidità dei muscoli del dorso e del collo (torcicollo)

Che cos’è la rigidità dei muscoli del dorso e del collo?

La rigidità muscolare localizzata nell’area superiore della schiena (dorso) e del collo (in corrispondenza del rachide cervicale e delle spalle) caratterizzata da difficoltà nel muoversi o piegare la testa e spesso associata a dolore, è un problema comune e che non deve destare eccessiva preoccupazione.

Solitamente, difatti, il torcicollo – come viene comunemente chiamato questo genere di disturbo – migliora o scompare nel giro di un paio di giorni e raramente è la spia di un problema più grave.

 

Quali sono le cause della rigidità dei muscoli del dorso e del collo?

La rigidità dei muscoli del dorso e del collo è in genere causata da una posizione anomala durante il sonno, da una cattiva postura, dall’uso del computer per un periodo prolungato, da traumi sportivi o alla guida (il colpo di frusta).

Più raramente è invece conseguenza di danni neurologici – in presenza di una radicolopatia cervicale – o dell’uso di alcuni farmaci.

Talvolta stress e ansia possono causare tensione nei muscoli del collo e di conseguenza dolore. Sono rari i casi in cui un’improvvisa rigidità localizzata tra schiena e collo rappresenta una spia o un sintomo di condizioni più gravi e serie.

 

Quali malattie si possono associare a rigidità dei muscoli del dorso e del collo?

Tra le principali patologie collegate alla rigidità dei muscoli del dorso e del collo ci sono le seguenti: ernia del disco, osteoartrite, spondilosi cervicale, stress, cervicalgia (dolore cervicale), colpo di frusta.

Si rammenta come questo non rappresenti un elenco esaustivo e che è sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.

 

Quali sono i rimedi contro la rigidità dei muscoli del dorso e del collo?

La rigidità dei muscoli del dorso e del collo (torcicollo) si cura e guarisce semplicemente con il riposo. Qualora il dolore renda impossibile lo svolgimento delle normali attività quotidiane, può essere utile il ricorso ad antinfiammatori come il paracetamolo o l’ibuprofene.

La condizione può migliorare più rapidamente applicando impacchi caldi sul collo o dormendo su un cuscino più basso durante la notte.

Una valutazione osteopatica ed esercizi fisioterapici mirati possono contribuire a recuperare una postura corretta e alleviare la sintomatologia dolorosa. In altri casi può essere valutata l’azione di terapie a ultrasuoni o dell’elettroterapia per rilassare i muscoli.

 

In presenza di rigidità dei muscoli del dorso e del collo quando rivolgersi al proprio medico?

Per valutare l’esigenza di ricorrere a delle cure mediche tempestive, bisogna conoscere l’evoluzione della rigidità dei muscoli del dorso e del collo. Si tratta solitamente di una condizione che non necessità di cure d’emergenza.

Un consulto specialistico è necessario qualora il dolore e la rigidità persistano per più giorni senza migliorare.