Onissi

Che cos’è l’onissi?

L’onissi è un’infiammazione dell’unghia che viene scatenata da funghi (ad esempio la candida) o, meno frequentemente, da batteri (come pseudomonas, streptococco o stafilococco).

Ad esserne più colpite sono di solito le unghie dei piedi perché ne favoriscono la comparsa a causa dell’umidità. Per questo motivo le onissi si diffondo spesso negli spogliatoi e nelle docce delle palestre e, più in generale, nei luoghi in cui è più facile che i piedi nudi entrino in contatto con delle superfici umide o bagnate. Inoltre la loro comparsa può essere favorita dall’impiego di calzature inadatte che non consentono una buona traspirazione.

A seconda della causa scatenante, l’onissi può portare a una deformazione dell’unghia e a cambiamenti della sua colorazione, che dapprima assume delle tonalità giallognole per poi diventare sempre più grigiastra. La situazione tende a peggiorare soprattutto qualora l’onissi non venga opportunamente trattata.

 

Quali malattie si possono associare all’onissi?

Tra le patologie associabili all’onissi c’è la candida.

Si ricorda che è sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia, soprattutto in caso di persistenza dei sintomi.

 

Quali sono i rimedi contro l’onissi?

Il rimedio migliore per l’onissi dipende dalla sua causa. In genere i trattamenti topici – ad esempio a base di creme e unguenti – non sono da soli sufficienti a debellare un fungo; per questo motivo può essere necessario assumere dei farmaci per via orale, soprattutto se l’onissi persiste da un po’ di tempo.

In caso di alterazioni della struttura dell’unghia potrà essere necessario applicare degli smalti a base di antimicotici.

 

Con onissi quando rivolgersi al proprio medico?

Solo un medico può stabilire qual è il trattamento più adatto all’onissi. Perciò, in caso di infiammazione a un’unghia, è opportuno rivolgersi a un esperto prima che il problema si aggravi ulteriormente.