Infezione da coccidioides

I funghi del genere coccidioides sono localizzati nel suolo di aree aride, come per esempio i territori sudoccidentali degli Stati Uniti e del Messico settentrionale.

 

Come viene contratta l’infezione da coccidioides?

L’infezione da coccidioides, anche detta “febbre di valle”, è una patologia sostenuta da funghi appartenenti al genere Coccidioides e viene anche chiamata coccidiomicosi. Essa si contrae quando le spore dei funghi vengono inalate.

La coccidiomicosi è più frequente tra gli anziani (dai 60 anni di età in su), tra coloro che sono esposti alla polvere del terreno e tra le persone che hanno un sistema immunitario indebolito. Particolarmente in pericolo sono le donne nel terzo trimestre di gravidanza.

Non è possibile che l’infezione si trasmetta da persona a persona.

 

Quali sono i sintomi di un’infezione da coccidioides?

Spesso l’infezione da coccidioides non presenta sintomi. Nel caso li presentasse, potrebbero essere riscontrati: disturbi simil influenzali, febbre, tosse, dolori al petto, mal di testa, sudorazioni notturne, affaticamento, dolori articolari, rash rossastri a macchie sulla parte inferiore delle gambe o, più raramente, sul petto, sulla schiena e sulle braccia, dolori muscolari.

In caso di cronicizzazione è possibile che si manifestino sintomi quali: febbriciattola, perdita di peso, tosse, dolore al petto, sangue nell’espettorato, noduli nei polmoni.

Un’infezione disseminata può essere invece collegata a: noduli, ulcere o lesioni cutanee, lesioni dolorose del cranio, della colonna vertebrale o di altre ossa, dolori e gonfiori articolari, soprattutto a livello di ginocchio e anca, meningite.

 

Quali malattie possono essere associate a un’infezione da coccidioides?

Quando l’infezione da coccidioides è lieve, si risolve in poche settimane o mesi, ma in alcuni casi si può verificare un’infezione polmonare cronica o un’infezione diffusa. Le complicanze possibili sono in particolare: forme gravi di polmonite, rottura dei noduli polmonari che porta a difficoltà respiratorie e dolori toracici, infezioni diffuse.

 

Come si può curare un’infezione da coccidioides?

Molte persone affette da un’infezione da coccidioides guariscono senza bisogno di sottoporsi ad alcun trattamento. A volte, però, i medici scelgono di aggredire le infezioni acute attraverso l’impiego di un antimicotico (in particolare fluconazolo o itraconazolo).

In caso di infezioni gravi, invece, il trattamento con antimicotico viene rigorosamente richiesto.

 

Importante avvertenza

Le informazioni fornite sono di carattere generale e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico. In caso di malessere, consultare il proprio medico o il pronto soccorso.