Disidratazione

Che cos’è la disidratazione?

Con il termine disidratazione si indica la condizione in cui si viene a trovare un soggetto quando perde più liquidi in confronto a quelli che assume. Il nostro organismo perde ogni giorno diversi liquidi eliminandoli con l’urina, le feci, il sudore, la respirazione; il segnale della sete indica precisamente un avvenuto calo dei liquidi nel corpo e ci fa presente che occorre reintegrarli.

 

Quali possono essere le cause della disidratazione?

La disidratazione è una condizione patologica che può avere diverse cause: ad esempio può essere provocata da una condizione duratura di dissenteria e/o vomito, da una notevole perdita di liquidi per una forte sudorazione (ad esempio come avviene quando si fa intensa attività fisica), da un problema nel fisiologico ricambio minerale e idrico.

 

Quali sono i sintomi associati alla disidratazione?

Il sintomo più evidente e riconoscibile della disidratazione è la sete, che tuttavia non si intensifica col peggiorare della situazione, ma resta sempre stabile allo stesso livello. Si tratta chiaramente di un primo segnale, ma non lo si deve considerare un campanello d’allarme.

Con il progredire della condizione di disidratazione la minzione avviene meno spesso e le urine assumono un colore giallo scuro. Una leggera disidratazione pregiudica anche le capacità di controllo motorio e cognitivo e può avere un’influenza negativa sull’umore. Altri sintomi presenti sono l’assenza di salivazione con conseguente secchezza delle fauci e della lingua.

 

Cosa fare in caso di disidratazione?

La prima cosa da fare è cercare, se possibile, di reintegrare i liquidi bevendo acqua. Nel caso in cui la situazione dovesse essere più grave, come accade ad esempio in conseguenza di prolungati episodi di diarrea e/o vomito, si raccomanda di integrare dei sali minerali all’acqua. In farmacia si possono trovare soluzioni reidratanti già pronte.

 

Cosa non fare in caso di disidratazione?

Non si deve mai prendere sotto gamba uno stato di disidratazione, visto che se perdura da diverso tempo può avere delle serie conseguenze. Sono caldamente sconsigliate le bevande gassate o zuccherate.

 

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in caso di attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.