Corpo estraneo nell’occhio

Quando si può verificare la presenza di un corpo estraneo nell’occhio?

La presenza di un corpo estraneo all’interno dell’occhio può derivare dal contatto, il più delle volte accidentale, con sabbia, polvere, insetti, schegge, particelle di materiali di diversa natura. Tale contatto può avvenire all’esterno, durante i lavori domestici o sul posto di lavoro.

 

Quali sono i sintomi associati a un corpo estraneo nell’occhio?

In aggiunta alla sensazione di avere la sensazione di qualcosa di fastidioso nell’occhio, si può sentire il bruciore e la necessità di grattarsi. L’occhio può anche diventare rosso.

 

Che cosa si deve fare in presenza di un corpo estraneo nell’occhio?

In presenza di un corpo estraneo nell’occhio, per prima cosa è consigliabile lavarsi le mani. Se vedete il corpo estraneo davanti a uno specchio (o chiedete a qualcuno di aiutarvi), potete provare a rimuoverlo all’angolo di un fazzoletto o di una garza sterile.

Si consiglia in ogni caso di lavare l’occhio con acqua corrente o soluzione salina. Se il corpo estraneo è penetrato nell’occhio o se si verificano disturbi visivi, bisogna recarsi al pronto soccorso.

 

Che cosa non fare in presenza di un corpo estraneo nell’occhio?

In presenza di un corpo estraneo nell’occhio, non bisogna strofinare l’occhio con le mani e non bisogna usare strumenti di varia natura per rimuovere il corpo estraneo. È anche meglio evitare di usare gocce oculari senza aver prima consultato un medico.

 

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in caso di attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.