Cross-Linking corneale (CXL)

In che cosa consiste il trattamento cross-Linking corneale?

Il cross-Linking corneale è il trattamento che viene messo in campo quando si è in presenza di cheratocono in fase evolutiva.

In genere questo tipo di intervento consente di evitare la progressione della malattia ed evita la necessità di dover ricorrere a trapianto di cornea.

È un trattamento non invasivo, che può essere effettuato anche sui bambini, per i quali è necessaria un’estrema precocità di intervento.

Consiste in un “rinforzo” della cornea – che ha come obiettivo l’aumento della connessione tra le fibre e la loro resistenza – ottenuto con l’effetto combinato di vitamina B12 e raggi ultravioletti.

 

Come si svolge il cross-Linking corneale?

Il cross-Linking corneale viene eseguito a livello ambulatoriale può essere eseguito in due modi diversi – con o senza la rimozione dell’epitelio, cioè degli strati più superficiali della cornea – a seconda di quanto indicato dal medico.

La valutazione dei risultati dell’intervento non può essere eseguita prima che sia trascorso un mese dal trattamento, tempo necessario perché l’epitelio abbia completato il corretto assestamento post-operatorio.

I pazienti che fanno uso di lenti a contatto possono reindossarle, dopo consulto con il medico, a partire da 40 giorni dopo l’intervento.

 

Quanto tempo dura il cross-Linking corneale?

L’esecuzione del cross-Linking corneale dura meno di 1 ora.

 

Norme di preparazione del cross-Linking corneale

Il giorno in cui viene eseguito l’intervento di cross-Linking corneale il paziente deve essere affiancato da una persona che possa riaccompagnarlo a casa, così che possa tenere a risposo per un certo tempo la vista.

 

L’intervento di cross-Linking corneale è doloroso?

Prima di iniziare il cross-Linking corneale nell’occhio interessato viene inserita un’anestesia a gocce e per questo si tratta di un intervento non doloroso.

Dolori anche intensi, accompagnati da fotofobia o sensazione di corpo estraneo, si possono presentare nei 2-3 giorni seguenti all’intervento, quando deve essere osservato un assoluto riposo degli occhi, che vanno tenuti in un ambiente poco luminoso e non devono essere utilizzati per la lettura o per guardare la tv. Ideale è trascorrere quei giorni a letto, dormendo almeno 10-12 ore al giorno.

 

Area medica di riferimento per il cross-Linking corneale

Per maggiori informazioni sul cross-Linking corneale, vedi il Centro Oculistico di Humanitas Castelli Bergamo.

Unità operative e Ambulatori Specialistici