Quinoa

La quinoa è una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae che dal punto di vista alimentare viene utilizzata in grani, come i normali cereali.  

Quali sono le proprietà nutrizionali della quinoa?

100 grammi di quinoa cruda offre un apporto di circa 368 calorie. Nella stessa quantità sono presenti: La quinoa è fonte di luteina/zeaxantina, beta-carotene e beta-criptoxantina.  

Quando non bisogna mangiare quinoa?

Non sono note interazioni tra il consumo di quinoa e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.  

Quali sono i possibili benefici della quinoa?

La quinoa contiene fibre che agevolano il buon funzionamento dell’intestino, contrastano la stitichezza, riducono l’esposizione delle cellule intestinali alle sostanze tossiche e aiutano a regolare l’assorbimento del colesterolo e degli zuccheri. Tra le vitamine del gruppo B i folati promuovono lo sviluppo corretto del sistema nervoso durante la gravidanza. Vitamina E, selenio, manganese e carotenoidi – questi ultimi presenti nelle foglie della quinoa – sono molecole antiossidanti; potassio e grassi polinsaturi sono alleati della salute cardiovascolare; calcio, magnesio e fosforo sono alleati di ossa e denti; fero e rame partecipano alla produzione dei globuli rossi.  

Quali sono le controindicazioni della quinoa?

Se non lavata, la quinoa contiene saponina, una sostanza che può provocare problemi di natura gastrointestinale. Nelle foglie di questa pianta è presente acido ossalico: per annullarne gli effetti negativi sul nostro organismo queste devono quindi essere scottate in acqua bollente prima di essere consumate.  

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.