Alterazione del ciclo mestruale

Che cos’è l’alterazione del ciclo mestruale?

Con alterazione del ciclo mestruale si intende un’irregolarità del ciclo, tale per cui le mestruazioni non compaiono a cadenza mensile o quando compaiono sono contraddistinte da perdite eccessivamente importanti e talvolta anche improvvise. Può assumere varie tipologie:
  • anomalie nella quantità e nella durata, con ipomenorrea (mestruazioni scarse), ipermenorrea (mestruazioni abbondanti), menorragia (mestruazioni più lunghe);
  • anomalie nel ritmo, cioè della cadenza con cui esse compaiono, con oligomenorrea (cicli ritardati), polimenorrea (cicli che anticipano) e amenorrea (mestruazioni assenti);
  • anomalie nella presentazione, con metrorragia (perdita anomala inaspettata ed improvvisa) e menometrorragie (mestruazioni lunghe e perdite tra i cicli).
 

Quali sono le cause dell’alterazione del ciclo mestruale?

L’alterazione del ciclo mestruale può essere causata da varie patologie, tra le quali vi sono: squilibri ormonali, ipertiroidismo, sindrome dell’ovaio policistico, tumore alle ovaie, tumore alla cervice uterina, ipotiroidismo, lupus erimatoso sistemico, meningite, endometriosi, cisti ovariche.  

Quali sono i rimedi contro l’alterazione del ciclo mestruale?

La cura di un’alterazione del ciclo mestruale dipende dalla patologia che ne è alla base, da verificarsi nel corso di una specifica visita ginecologica. Qualora l’alterazione consista in una perdita lieve potrà essere sufficiente una cura a base di antinfiammatori non steroidei. Qualora, al contrario, il problema consista in una mestruazione troppo abbondante  – che determini anche uno stato di anemia – potrà essere necessario intraprendere una cura a base di integratori di ferro. Se sia causata da squilibri ormonali o da altre patologie, infine, il medico indicherà quella che è la terapia farmacologica o chirurgica più adatta al caso in esame.  

Alterazione del ciclo mestruale, quando rivolgersi al proprio medico?

La presenza di uno stato di alterazione del ciclo mestruale dovrà essere comunicata al ginecologo nel corso del relativo controllo che bisogna effettuare, generalmente, una volta l’anno. Ci si dovrà rivolgere al proprio medico curante, invece, qualora l’irregolarità si presenti in questo modo:
  • sanguinamento o perdite nel corso della gravidanza
  • sanguinamento o perdite tra i cicli
  • sanguinamento o perdite dopo un rapporto sessuale
  • sanguinamento o perdite dopo la menopausa.
Il medico va coinvolto anche nei seguenti casi: qualora si avverta un dolore eccessivo nel corso delle mestruazioni; quando queste siano eccessive o durano più di 7 giorni; qualora vi siano perdite anomale e con cattivo odore; in caso di aumento improvviso di peso, di febbre o ridimensionamento del seno.  

Area medica di riferimento per l’alterazione del ciclo mestruale

In Humanitas Castelli Bergamo l’area medica di riferimento per l’alterazione del ciclo mestruale è il Servizio di Ginecologia.

Amenorrea

Che cos’è l’amenorrea?

L’amenorrea è un fenomeno che consiste nell’assenza del ciclo mestruale. Di solito si utilizza questo termine quando le mestruazioni saltano almeno tre volte di seguito o se entro i 15 anni non si è ancora avuta la prima mestruazione. Oltre alla gravidanza, fra le possibili cause di amenorrea, sono inclusi i problemi agli organi riproduttivi o alle ghiandole che partecipano alla regolazione dei livelli ormonali.  

Quali malattie si possono associare all’amenorrea?

Tra le patologie associabili all’amenorrea, ci sono: malattia di Wilson, sindrome dell’ovaio policistico e acromegalia. In caso di sintomi persistenti è sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia.  

Quali sono i rimedi contro l’amenorrea?

Il trattamento dell’amenorrea dipende dalla sua causa. Talvolta può essere indicato assumere dei contraccettivi a base di ormoni, altre volte, ad esempio quando sono coinvolte l’ipofisi o la tiroide, è necessario assumere dei farmaci specifici. Nel caso in cui, invece, l’amenorrea fosse causata dalla presenza di un tumore o da un problema strutturale potrebbe essere invece necessario intervenire a livello chirurgico.  

Con amenorrea quando rivolgersi al proprio medico?

Quando le mestruazioni saltano per più di tre cicli consecutivi è opportuno rivolgersi ad un medico. Un consulto è necessario anche per le ragazze che hanno già compiuto 15 anni ma che non hanno mai avuto degli episodi mestruali.