Seppia

La seppia è un mollusco della famiglia delle Sepiidae. Quella che viene consumata sulle nostre tavole, particolarmente gustosa e pregiata sotto il profilo nutrizionale, viene pescata nel Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico e appartiene alla specie Sepia officinalis.  

Quali sono le proprietà nutrizionali della seppia?

100 grammi di seppie offrono un apporto di circa 72 calorie, ripartite in questo modo: 78% proteine, 19% lipidi e 3% carboidrati. Nella stessa quantità sono inoltre contenuti:  

Quando non bisogna mangiare seppia?

Non sono conosciute interazioni tra il consumo di seppia e l’assunzione di farmaci o di altre sostanze.  

Quali sono i possibili benefici della seppia?

La seppia è povera di colesterolo ed è ipocalorica ed è quindi ideale per essere inserita in diete dal basso contenuto calorico o per l’alimentazione di chi soffre di diabete mellito di tipo 2 o di dislipidemie. Le proteine presenti nella seppia hanno un alto valore biologico per cui si tratta di un alimento molto energetico.  

Quali sono le controindicazioni della seppia?

La seppia è costituita in gran parte da tessuto connettivo e per questo è sconsigliata da chi soffre di gotta o di iperuricemia. Chi soffre di disturbi digestivi non ne deve consumare grosse quantità, deve preferire seppie piccole o medie, congelarle e cuocerle evitando cotture troppo prolungate.  

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi alle indicazioni del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.